Concluso l’XI° Congresso Filef a Reggio Emilia. Gli interventi e le determinazioni finali

 

Si è svolto a Reggio Emilia dal 29 settembre al 1° ottobre, l’XI° Congresso internazionale della Filef (Federazione Italiana Lavoratori Emigranti e Famiglie). La prima giornata è stata dedicata a una riflessione sulla importante esperienza reggiana di inclusione sociale e di dialogo interculturale, in una tavola rotonda cui hanno partecipato il Sindaco Luca Vecchi e operatori ed operatrici dell’associazionismo locale. Sono seguite le proiezioni di due interessanti film documentari realizzati all’estero “L’arrivée de la Jeunesse” di Fabio Bottani, sulla storia dell’emigrazione italiana in Lussemburgo e “Le Associazioni italiane in Svizzera. Mondi, visioni, divisioni”, di Morena La Barba. Nel pomeriggio gli interventi di Francesco Della Puppa (Univerità Ca’ Foscari, Venezia) sull’emigrazione dei cittadini italo-bangladesi dall’Italia alla Gran Bretagna e di Edith Pichler (Univeristà di Potsdam) sulla nuova emigrazione italiana  in Germania.

Nelle due successive giornate, dopo il ricevimento della delegazione della Filef nella Sala del Tricolore, si è entrati nella discussione congressuale vera e propria, (sia sull’emigrazione italiana all’estero che sull’immigrazione in Italia), con oltre 50 interventi da diverse regioni italiane e da molti Paesi del mondo. Hanno portato il loro contributo – in presenza o in collegamento – delegati della Filef da Italia, Belgio, Svizzera, Francia, Germania, Svezia, Lussemburgo, Cile, Uruguay, Argentina, Brasile, Tunisia, Australia; molti gli interventi istituzionali in rappresentanza del CGIE, della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Reggio Emilia, oltre che del sindaco della città tunisina di Zeramdine, da dove proviene una consistente comunità di immigrati.

Per la Cgil è intervenuta Tania Sacchetti, della segreteria nazionale; Carla Mastrobuoni per lo Spi-Cgil nazionale, il presidente Michele Pagliaro per l’Inca-Cgil, Filippo Ciavaglia (Uff. Internazionale Cgil), mentre Fulvio Fammoni (Fondazione Di Vittorio), ha fatto pervenire un intervento di saluto; Francesca Coleti e Mari Franceschini sono intervenute rispettivamente per la presidenza dell’Arci e dell’Anpi nazionale; Pierpaolo Cicalò, per l’Istituto Fernando Santi, Albertina Soliani per la Fondazione Cervi, Maria Chiara Prodi per le Acli.

Sono intervenuti in collegamento Giorgio Marasà responsabile esteri di Sinistra Italiana e Maurizio Acerbo, segretario nazionale del PRC. Hanno inviato messaggi di saluto tra gli altri, Eugenio Marino del Pd nazionale.

Il Documento congressuale, ripreso in più occasioni negli interventi esterni, ha riscosso un ampio consenso, insieme alla condivisa necessità di stringere le reti associative e sindacali in un comune percorso di analisi e di concreta azione sulle questioni della nuova emigrazione italiana e dell’immigrazione in Italia; in difesa dei diritti individuali e sociali, ma anche per valorizzare il grande patrimonio di competenze interculturali rappresentato dai cittadini migranti che, come indicato nello slogan del congresso, debbono assumere il giusto protagonismo e la giusta rappresentanza.

Nel corso dell’ultima giornata, è stato commemorato il centenario della nascita di Dante Bigliardi, storico fondatore della Filef, nel 1967, insieme a Carlo Levi, Paolo Cinanni e altri intellettuali e militanti sindacali e politici dell’epoca.

Al termine dei lavori sono stati riconfermati gli organi dirigenti eletti un anno fa nella conferenza di organizzazione, nel rispetto della parità di genere e della dimensione italo-estera della federazione: presidente Antonella Dolci, di Stoccolma, vice presidente Rodolfo Ricci; coordinatori Pietro Lunetto, di Bruxelles e Laura Salsi, di Reggio Emilia.

Altri componenti della presidenza sono il Prof. Enrico Pugliese, Elisa Castellano, Salvatore Augello, Francesco Calvanese e Francesco Berrettini, mentre nel coordinamento sono presenti Massimo Angrisano, Antonio Galante, Stefano Morselli e Giuseppe Petrucci, nominato nell’occasione amministratore; nel Comitato tecnico-scientifico si sono aggiunti il sociologo Francesco Della Puppa e la storica Maria Luisa Coldognetto.

Nella dichiarazione finale, il Congresso Filef, approvando i documenti e la relazione, ha espresso solidarietà alle giovani iraniane in lotta e l’invito a farci tutti promotori di una mobilitazione globale per la Pace, per l’immediata fine della guerra in Europa e ovunque nel mondo, delle propagande belliche e delle politiche di riarmo; per un equilibrio multipolare fondato su pari dignità e cooperazione tra popoli e nazioni; contro il fascismo e ogni forma di discriminazione, nel rispetto della Costituzione e della Carta delle Nazioni Unite.

 

Red EmiNews

 


 

Gli intervenuti delle tre giornate:

 

Laura Salsi, presidente della FILEF di Reggio Emilia e coordinatrice nazionale della FILEF.

Margherita Grassi, giornalista

Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia

Francesca Bedogni, consigliere provinciale e sindaca di Caviago

Nicoletta Manzini della fondazione Mondinsieme,

Daniela Lanzi, pedagogista

Francesco Della Puppa, sociologo, Univerità Ca’ Foscari, Venezia

Pietro Lunetto, coordinatore nazionale della FILEF

Francesca Coleti, Presidenza dell’ARCI Nazionale

Edith Pichler, sociologa, Università di Potsdam, Germania

Adelmo Cervi, Istituto Fratelli Cervi, Reggio Emilia

Morena La Barba, sociologa, Università di Ginevra

Fabio Bottani, cineasta, regista del documentario “L’arrivée de la Jeunesse“, Lussemburgo

Maria Luisa Caldognetto, storica, Lussemburgo

Rodolfo Debicke van der Noot, Console emerito del Lussemburgo

Antonella Dolci, Presidente Filef nazionale

Marco Fabbri, consigliere regionale, presidente Consulta degli Emiliano Romagnoli nel mondo

Daniele Marchi, assessore alle attività sociali, Comune di Reggio Emilia

Carla Mastrantonio, SPI-Cgil Nazionale

Pierpaolo Cicalò, Presidente Istituto Fernando Santi nazionale

Simone Battiston, sociologo, Università di Melbourne, Australia

Mari Franceschini, Presidenza ANPI Nazionale

Michele Schiavone, Segretario generale CGIE

Prof. Enrico Pugliese, Presidente Comitato Scientifico Filef nazionale

Michele Pagliaro, Presidente INCA_Cgil Nazionale

Paola Cairo, editore Passaparola Magazine, Lussemburgo

Sen. Albertina Soliani, Presidente Istituto Cervi – Reggio Emilia

Giorgio Marasà, Sinistra Italiana

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale P.R.C.

Analia Barrera, Filef Pergamino, Argentina

Michele Scala, Colonia Libera di Losanna, Svizzera

Elisa Castellano, Presidenza Filef Nazionale

Amor Ben Amor, Sindaco di Zeramdine (Tunisia)

Fabio Sebastiani, Radio Mir

Sen. Alessandro Carri, Reggio Emilia

Luca Bigliardi, Filef Reggio Emilia

Giuliana Castellani, Fratellanza Reggiana, Parigi

Frank Barbaro, Filef Adelaide, Australia

Guglielmo Bozzolini, Direttore Fondazione Ecap Zurigo, Svizzera

On. Nicola Caré, Melbourne, Australia

Marwa Mahmoud, consigliera comunale e presidente Commissione Diritti e Pari Opportunità del Comune di Reggio Emilia

Antonio Sanfrancesco, Filef Basilicata

Tania Sacchetti, Segretaria nazionale CGIL

Maurella Carbone, Coordinamento Donne Francoforte sul Meno, Germania

Filippo Ciavaglia, Uff. Italiani nel mondo Cgil nazionale

Taoufik Menai, vice presidente FILEF Reggio Emilia

Emanuela Casavecchia, portavoce dei volontari della Filef di Reggio Emilia

Salvatore Augello, segretario USEF, Catania

Lara Olivetti, Fais-Svezia, Stoccolma

Maria Chiara Prodi, Acli Francia

Franco Ianniello, Presidente Cultura contro camorra, Bruxelles, Belgio

Luca Esposito, presidenza NOMIT Melbourne, Australia

Davide Cilento, Comites di Santiago del Cile

Marco Coscione, Associazione Liguri di Santiago del Cile

Carlo Taglietti, Osservatorio Italiani in Europa, Monaco di Baviera, Germania

Alejandro Francomano, Filef Montevideo, Uruguay

 

Hanno preso parte, tra gli altri, ai lavori delle commissioni congressuali:

 

Massimo Angrisano, Coordinamento Filef nazionale

Antonio Galante, Coordinamento Filef nazionale

Marco Perri, Filef N.E. Bruxelles, Belgio

Mimmo Guaragna, Filef Basilicata

Armando Addona, Filef Reggio Emilia

Stefano Morselli, Coordinamento Filef nazionale

Catia Cinanni, Comitato dei Garanti Filef Nazionale

Giuseppe Petrucci, Coordinamento Filef nazionale

Rodolfo Ricci, Presidenza Filef nazionale

 

Hanno fatto pervenire il proprio saluto al congresso della Filef:

 

Fulvio Fammoni, Fondazione Di Vittorio – Cgil

Francesco Berrettini, Presidenza Filef Nazionale

Francesco Calvanese, Presidenza Filef Nazionale

Guglielmo Zanetta, Filef Nazionale

Adriana Bernardotti, Filef Buenos Aires

On. Fabio Porta, San Paolo del Brasile

Eugenio Marino, PD Nazionale

Frank Panucci, Filef Sydney

Renato Palermo, Filef Uruguay

Maria Rosa Arona, Filef Buenos Aires

 

 

Hanno organizzato in loco e seguito i lavori congressuali le volontarie e i volontari della Filef di Reggio Emilia e provincia:

– Laura Salsi
– Taoufik Menai
– Stefano Morselli
– Armando Addona
– Renza Iemmi
– Rosa Notari
– Domenico Scalfone
– Kemais Messaoud
– Gina Trezza
– Emanuela Casavecchia
– Deanna Margini
– Antonia Bertolini
– Silvana Denaro
– Renza Bonacini
– Mariam Ouhiya

 

 

 


 

IL DOCUMENTO FINALE DEL CONGRESSO

 

Su proposta della Commissione Politica dell’XI° Congresso della Filef, i delegati approvano all’unanimità:

 

1) – Il documento congressuale, frutto della ampia consultazione realizzata nella fase preparatoria del Congresso.

2) – La relazione introduttiva presentata dal coordinatore Pietro Lunetto.

3) – Il documento sulla parità di genere presentato dalla presidente Antonella Dolci e dalla coordinatrice Laura Salsi.

 

I delegati approvano inoltre all’unanimità le integrazioni raccolte nel corso del dibattito congressuale, in particolare relativamente alle seguenti proposte:

a) – modifica dell’art. 137 della Costituzione, per il pieno riconoscimento della parità di genere, da perfezionare attraverso una consultazione che coinvolga autorevoli costituzionalisti;

b) – indagine attraverso l’OIL (Organizzazione internazionale del lavoro) sull’attuale rapporto tra capitale e lavoro a livello globale, per evidenziare la sfasatura esistente tra disponibilità di capitale e sua dis-occupazione, ovvero sottoutilizzazione o o mancato investimento per la soluzione dei bisogni basilari delle persone nonché la sua squilibrata distribuzione spaziale e territoriale tra aree continentali, tra Paesi, tra classi sociali;

c) – definizione di un progetto per valorizzare la rete Filef nel mondo e le reti associative collegate, quali reti di scambio, di turismo linguistico, formativo, sociale e delle “radici”, in particolare per le più recenti generazioni dell’emigrazione, anche attraverso piattaforme interattive, solidali e non onerose, basate su mutue e reciproche prestazioni di servizi.

d) – attuazione degli elementi di analisi storica, di contesto e delle potenzialità dell’organizzazione in concreti interventi nei diversi e possibili ambiti di servizio ai soci e alle collettività emigrate ed immigrate. Partendo dalla moltiplicazione e diffusione delle buone prassi e delle competenze interne negli ambiti dell’assistenza, dell’accoglienza, dell’orientamento, dell’accompagnamento e dell’integrazione sociale e lavorativa. E ancora, dalla promozione di autoimprenditorialità, microimpresa, azioni di cooperazione culturale, sociale ed economica transnazionale, di iniziative a supporto della legalità. Seguendo anche le indicazioni scaturite dalla recente Conferenza Stato-Regioni-Province Autonome-Cgie del dicembre 2021.

e) – consolidamento del contatto e del confronto tra migrazioni storiche e nuove emigrazioni, come elemento di trasmissione di saperi e competenze intergenerazionali, di reciproco rafforzamento delle diverse componenti dei flussi migratori e delle collettività migranti nel loro complesso.

 

Infine, il congresso esprime:

a) – piena solidarietà alle giovani e ai giovani iraniani, e sostegno alla loro lotta per la libertà di ogni persona.

b) – forte preoccupazione per la situazione di instabilità internazionale, che ha il suo epicentro nella guerra in Ucraina e si ripercuote su tanti Paesi mettendo a rischio le prospettive di sviluppo sostenibile e addirittura la stessa sopravvivenza dell’umanità. La Filef invita i propri aderenti a partecipare e a farsi promotori di una mobilitazione globale per l’immediata sospensione della guerra in Europa e di tutte le guerre in corso nel mondo; per la definizione di un equilibrio multipolare fondato su pari dignità, cooperazione tra popoli e nazioni; per il contrasto al fascismo, a ogni forma di discriminazione, alle politiche di riarmo; per la riconversione civile delle produzioni di armamenti. Il tutto nello spirito dell’articolo 11 della Costituzione italiana e della Carta delle Nazioni Unite. E in coerenza con quanto ci insegnarono le lotte per il lavoro e per la pace condotte dagli operai delle storiche Officine Meccaniche Reggiane, nei cui capannoni restituiti a nuova vita come Tecnopolo – Parco della Innovazione si sono svolti i lavori congressuali della nostra associazione.

Reggio Emilia, 1° Ottobre 2022

 


 

 

I luoghi e la storia

Presso il Tecnopolo delle ex Officine Reggiane è allestita in questi mesi la mostra “Un tocco di classe. L’occupazione operaia delle Reggiane” allestita dalla CGIL, che ripercorre le lotte operaie del dopoguerra nel grande stabilimento reggiano per il mantenimento e la trasformazione della produzione meccanica a fini civili (dalla prevalente produzione di armi che la aveva precedentemente caratterizzata). La crisi delle Reggiane alimentò un ulteriore flusso emigratorio anche da Reggio Emilia e molte famiglie operaie si trasferirono proprio in quegli anni in Belgio, Svizzera, Francia, America Latina e Australia anche lungo percorsi già inaugurati all’inizio del ‘900, fino alle lontanissime Capitan Pastene (Cile) e ed Ushuaia (Argentina). Il 7 luglio del 1951, Carlo Levi, assieme a Renato Guttuso (sulla sinistra della foto), Italo Calvino e altri intellettuali si incontrò con gli operai e pronunciò un celebre discorso:

 

 

 

Voi siete i portatori di una nuova cultura

qui un riepilogo di quella giornata:

 

 

 

 


 

Galleria fotografica

 

 

 


 

VIDEO REGISTRAZIONI

 

XI° Congresso Filef, prima giornata: 29 settembre 2022

 

XI° Congresso Filef, seconda giornata: 30 settembre 2022 – Il Sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, riceve la delegazione congressuale Filef presso la Sala del Tricolore a Reggio Emilia

 

XI° Congresso Filef, seconda giornata: 30 settembre 2022 (1)

 

 

XI° Congresso Filef, seconda giornata: 30 settembre 2022 (2)

 

XI° Congresso Filef, terza giornata: 1 ottobre 2022 (1)

 

XI° Congresso Filef, terza giornata: 1 ottobre 2022 (2)

 


 

 

Hits: 212

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.