Produrre Altrimenti, Vivere e consumare Altrimenti: l’esperienza di Ccc di Bruxelles a sostegno delle produzioni sui beni confiscati alle mafie

A novembre 2021 un gruppo di esperti europei di Turismo Sociale, riuniti nel Cercle Standhal di Parigi e nell’Associazione Cultura contro camorra di Bruxelles, sono venuti a Casal di Principe per visitare i beni confiscati alla criminalità organizzata e le bellezze storiche e paesaggistiche soprattutto in provincia di Caserta. Sono entrati così in contatto con le Coop Agropoli ed Albanova, socie del Consorzio NCO (Nuova Cooperazione Organizzata) e con il modello di gestione dei beni confiscati incentrati sull’economia sociale e l’inseriemento lavorativo delle persone fragili. Il gruppo dei turisti responsabili ha anche potuto valutare la possibilità di promuovere a livello europeo questa nuova forma di turismo incentrato sui luoghi, le persone e le storie.

 

 

P.A.V.A. (Produrre / Altrimenti / Vivere e consumare / Altrimenti).

È un progetto del GSA Vi45, gruppo d’acquisto in Belgio per prodotti che hanno una storia di lotte sociali e/o per l’inserimento nella società di soggetti “fragili”.

 

TUTTINSIEME

 

Non ti fermare davanti a chi ti dice no, non si può fare.

Tutto è possibile se camminiamo insieme

Gente che s’impegna

che si sbatte dalle macerie riparte

costruendo ponti abbattendo muri

guardando lontano sognando futuri

sulle gambe di chi c’ha preceduti

coltivando giustizia seminando legalità

sui beni confiscati alla criminalità

Ognuno deve fare la propria parte

perché da soli non si va da nessuna

parte-cipazione e solidarietà

sono l’unica via per cambiare la realtà

perché questo non è l’unico mondo possibile.

Non ti fermare davanti a chi ti dice no, non si può fare.

Tutto è possibile se camminiamo insieme

Non ti fidare di chi ti dice no, non può cambiare

Non c’è limite all’immaginazione

Partendo dal basso

col pensiero plurale per il bene comune

dall’emisfero australe a quello boreale

contro il pessimismo della ragione

l’ottimismo della volontà

cambiare se stessi per cambiare la società

mani che si stringono

idee che s’incontrano

per costruire insieme

un mondo nuovo

Non ti fermare davanti a chi ti dice no, non si può fare.

Tutto è possibile se camminiamo insieme

Non ti fidare di chi ti dice no, non può cambiare

Non c’è limite all’immaginazione

Hits: 25

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.