Informazioni e Notizie dalle COLONIE LIBERE in Svizzera

Alle origini della FCLIS

Tindaro Gatani, studioso dei Rapporti italo-svizzeri e dell’emigrazione italiana nella Confederazione, ha scritto un volumetto intitolato Le Colonie Libere Italiane in Svizzera antifasciste per nascita e vocazione (1925-1945), per:

  1. puntualizzare alcune date e alcuni fatti salienti che hanno riguardato gli atti fondativi delle prime Colonie e della Federazione;
  2. tratteggiare la figura e l’opera di alcuni personaggi che, al pari di Egidio Reale e Fernando Schiavetti, sono stati tra i promotori e i massimi esponenti delle prime Colonie, come Giuseppe Chiostergi, Giuseppe De Logu, Luigi Zappelli, Mario Mascarin e Manlio Sancisi;
  3. richiamare l’attenzione sulle prime battaglie delle Colonie e sulla loro fattiva partecipazione alla Resistenza e all’Assemblea Costituente della Repubblica italiana nel forte spirito antifascista che aveva animato la loro nascita.

L’arco di tempo della narrazione è stato ristretto al periodo 1925-1945, cioè a quello del periodo fascista, durante il quale i padri fondatori, per sfuggire alle persecuzioni del regime, erano stati costretti a rifugiarsi in Svizzera.

Un volume fondamentale per far luce sull’antifascismo in Svizzera e altrove in Europa e sui suoi più importanti protagonisti fra cui spiccano figure eccezionali come Schiavetti o Egidio Reale. Di fronte alla dilagante e spesso strumentale ignoranza, opere come questa contribuiscono a ricostruire un minimo di attenzione per quella che è stata la difficile difesa dei valori democratici da parte di persone coraggiose e votate al sacrificio.

L’autore, che è anche Presidente onorario della FCLIS, ha voluto dedicare la sua ricerca all’immigrato livornese Claude Cantini, nel giorno del suo novantesimo compleanno (9 febbraio 2019), per ricordare la sua lunga militanza in seno alle Colonie libere italiane e la sua collaborazione con Emigrazione italiana, con Agorà e con i Quaderni di Agorà, strumenti della FCLIS, per i quali ha anche scritto La prima Colonia libera italiana di Losanna (1943-1950) e La stampa italiana in Svizzera (1756-1996).

Tindaro Gatani, Le Colonie Libere Italiane in Svizzera antifasciste per nascita e vocazione (1925-1945), pp. 112, € 20 (CHF 20). Per ordinazioni contattare la FCLIS all’indirizzo e-mail fcli@fcli.ch oppure per telefono allo +41 44 241 87 77.

 

*****

 

Votazioni popolari del 9 febbraio in Svizzera

Più abitazioni a prezzi accessibili
Il 9 febbraio prossimo i cittadini svizzeri si dovranno esprimere sull’iniziativa popolare «Più abitazioni a prezzi accessibili».
L’iniziativa sostiene che in Svizzera non vi siano abbastanza alloggi a prezzi moderati. Per rimediare a questa situazione, i promotori dell’iniziativa vorrebbero che almeno il 10% delle nuove abitazioni fosse composto da cooperative edilizie. L’iniziativa vuole inoltre impedire che i sussidi per i risanamenti energetici siano messi a disposizione di progetti immobiliari di lusso.

L’iniziativa è sostenuta da un’ampia alleanza, tra cui l’Associazione svizzera inquilini (ASI), le Cooperative d’abitazione svizzere, Il Partito socialista, i Verdi, l’Unione sindacale svizzera, l’UNIA e tante altre. Anche la Federazione delle Colonie Libere Italiane raccomanda di votare SI.

 

*****

 

Archivio «Scrivere le Migrazioni» on-line

A fine dicembre è stata pubblicata, la versione on-line dell’Archivio «Scrivere le migrazioni» che contiene oltre mille elaborati, centinaia di foto storiche, oltre 80 video-documentari con un totale di 15 mila pagine tra memorie, racconti, testimonianze, saggi, studi e ricerche. Si tratta di uno dei maggiori archivi on-line italiani sulle migrazioni.

L’archivio è stato ideato e realizzato per diffondere la conoscenza della storia dell’emigrazione italiana nel mondo e più in generale dei fenomeni migratori in un momento delicato e attraversato da rischiose semplificazioni e strumentalità.
Il progetto – realizzato dalla Federazione italiana dei lavoratori emigrant (Filef), con il sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e grazie al contributo di Cise Multimedia-Lavoro e della Federazione Italiana Emigrazione Immigrazione (Fiei) – ha consentito di recuperare e digitalizzare un ampio repertorio riguardante un periodo che va da fine ‘800 fino ai nostri giorni. L’azione di recupero, di scansione e di editing dei materiali e successiva pubblicazione nell’archivio digitale è durata circa un anno e mezzo.

L’archivio oltre ad essere un utile strumento didattico per le scuole in Italia e all’estero e un compendio per l’insegnamento della storia delle migrazioni in percorsi didattici o formativi rivolti in particolare alle giovani generazioni, vuole anche essere un contributo al recupero dell’identità culturale e del legame con l’Italia delle collettività italiane all’estero presenti in tanti Paesi di emigrazione, proprio attraverso il riconoscimento della propria esperienza emigratoria, spesso misconosciuta, e la valorizzazione della prospettiva interculturale di cui sono portatrici.

Attraverso la lettura sia delle memorie, sia dei racconti, talvolta di notevole qualità letteraria, si possono comprendere le cause, le ragioni e gli esiti dei flussi migratori partendo dalla lunga storia dell’esodo italiano, apprezzandone la complessità e la varietà attraverso la descrizione di tanti singoli percorsi di emigrazione che riguardano settanta diversi Paesi e tutte le Regioni italiane.
L’archivio è un work in progress aperto, implementabile e aggiornabile con ulteriori contributi a partire dalle attuali esperienze di nuova emigrazione e di nuova immigrazione che ad esso perverranno.

Vi invitiamo ad entrare nell’archivio attraverso questo link.

 

*****

CLI di Neuchâtel
Lunedì 27 gennaio alle ore 18:30, presso la CLI di Neuchâtel (Rue du Tertre 32 a Neuchâtel) si terrà un incontro sul diritto di locazione. Se avete problemi con l’affitto, i proprietari o semplicemente ne volete sapere di più, non perdete questa occasione! Per ulteriori informazioni consulta il sito della Colonia a questo link.

CLI di Dübendorf
Venerdì 31 gennaio alle ore 19, presso la CLi di Dübendorf (Zürichstrasse 13 a Dübendorf) si terrà un incontro sulla prevenzione della salute, con la partecipazione della nutrizionista Tatiana Gaudimonte. Per ulteriori informazioni consulta il sito della Colonia a questo link.

CLI di Basilea
Da venerdì 7 a domenica 9 febbraio si terrà a Basilea il Cinema Querfeld. Tra le associazioni promotrici del festival figura come ogni anno anche la Colonia libera italiana. Il film italiano di quest’anno è: L’Intrusa di Leonardo Di Costanzo. Il Cinema Querfeld è promosso da diverse associazioni presenti a Basilea e ha ottenuto già due premi. Vai al programma.

CLI di Dietikon
Sabato 22 febbraio dalle ore 18:30 nella Stadthalle di Dietikon vi invitiamo alla tradizionale Notte italiana di Carnevale: grande premiazione delle migliori maschere, ricca tombola con 400 premi, servizio bar e ristoro con grigliata, speciale pasticceria italiana.
La serata sarà allietata dalla musica di Stiereschränzer (Urdorf), Pensieri e Nuvole Band, Dj Vinc.
Prezzo ingresso Fr. 16. Per i soci CLI e i mascherati Fr. 14. Ingresso libero per i bambini fino ai 12 anni.

CLI di Wetzikon
Sabato 29 febbraio alle ore 19:30 con ingresso unico a Fr. 15.00, al Zentrum Heilig Geist Wetzikon (Lanfurrenstrasse 10), la compagnia teatrale di Basilea Cuori & Attori, propone la commedia «Un matrimonio con sorpresa» di Camillo Vittici.
L’evento è organizzato dalla CLI di Wetzikon in collaborazione con la Missione Cattolica.
Per ulteriori informazioni consulta il sito della Colonia a questo link.

 

*****

 

Hits: 1037

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.