CELEBRATO IN BELGIO IL 40° ANNIVERSARIO DELL’USEF DI SAINT NICOLAS ED IL 50° DELL’USEF SICILIA

di Salvatore Augello

Le manifestazioni di quest’anno, dopo il lungo isolamento dovuto alla pandemia, hanno spaziato recuperando alcune scadenze importanti, che hanno riempito la giornata del 14 ottobre. Si è trattato di una doppia celebrazione di importanti ricorrenze ed esattamente i 40 anni dell’USEF di Saint Nicolas ed i 50 anni dell’USEF Sicilia, ricordata con una pubblicazione dello scrivente, che raccoglie oltre trenta testimonianze rese con persone e dirigenti che hanno incrociato la propria vita con quella dell’Associazione fondata da Pompeo Colajanni nel dicembre del 1970.

Ad aprire i lavori della conferenza, Giuseppe Chiodo che, per prima cosa ha chiamato alla presidenza la Sindaca di Saint Nicolas, Valerie Maes,  l’Assessore alla Cultura, Patrice Ceccato, Salvatore Arnone (componente dell’Ufficio di Presidenza dell’USEF), Pietro Lunetto, coordinatore nazionale della FILEF ed il sottoscritto Segretario Generale dell’USEF.

A seguire, in un lucido e puntuale intervento, Chiodo ripercorre i quaranta anni della vita dell’USEF di Saint Nicolas intrisi di interessanti rapporti di collaborazione con il comune e le istituzioni locali, il rapporto con le altre associazioni e con le istituzioni del territorio e quelle della regione e dei comuni di provenienza.

Quaranta anni durante i quali l’USEF ha saputo ricavarsi uno spazio ed un ruolo importante attraverso le attività svolte, le iniziative portate avanti che hanno orientato anche politicamente la comunità locale.

A seguire, ha preso la parola la Sindaca di Saint Nicolas che ha ricordato la lunga collaborazione iniziata dai suoi predecessori con l’USEF, che lei ha voluto portare avanti riservando all’associazione un rapporto privilegiato che ha dato parecchi frutti positivi nel corso degli anni. In sintonia con la Sindaca, l’Assessore alla Cultura Ceccato, che ha ringraziato l’USEF per il rapporto di collaborazione che è venuto crescendo e che ha sempre visto la presenza massiccia dell’amministrazione comunale alle varie iniziative che hanno spaziato nei vari campi, dalla cultura, alla politica, dall’organizzazione del tempo libero, alla collaborazione con le altre associazioni, alla continua ricerca di una unità d’azione che rendesse più incisiva ed utile la presenza associativa sul territorio, dall’integrazione, alla partecipazione attiva alla vita politica locale.

Interessanti gli interventi di Salvatore Arnone dell’Ufficio di presidenza dell’USEF, del presidente del COMITES Giuseppe Maniglia, del presidente dell’Associazione Leonardo Da Vinci e componente del CGIE, Angelo Santamaria e del Coordinatore nazionale della FILEF, Pietro Lunetto, che ha sottolineato il grande lavoro intrapreso dalla FILEF per riorganizzarsi prima di arrivare al prossimo congresso. Un lavoro ed una FILEF della quale l’USEF è gran parte.

Con una evidente emozione, ho preso la parola ripercorrendo i cinquanta anni di attività dell’USEF che coincidono con il suo impegno nell’associazionismo. Un impegno partito proprio dal Belgio nel lontano 1972, un Belgio che è stato anche laboratorio sperimentale e di crescita per l’intera USEF.

Dal Belgio, ho ricordato, è partito il primo gruppo di colonia, il primo turismo sociale, le varie attività per la legalità e contro la mafia, il rapporto tra comuni siciliani e belgi, i vari gemellaggi portati a termine. In Belgio è nata la nuova USEF con la celebrazione a Liegi del quarto congresso generale dell’USEF, che ha rivisto lo statuto tracciando l’USEF di oggi.

La buona riuscita della manifestazione, si è conclusa con la distribuzione di alcune targhe ricordo distribuite dall’USEF di Saint Nicolas a ricordo dei suoi 40 anni e di pergamene portate dalla Sicilia per lasciare un segno tangibile di questo primo mezzo secolo di attività dell’USEF.

L’interessante manifestazione, ha avuto un seguito il giorno successivo, quando la Sindaca Valerie Maes ha ricevuto al comune la compagnia MEDEA ed i dirigenti dell’USEF. Dopo i discorsi di presentazione, che non hanno potuto nascondere una evidente emozione, sono seguiti brevi ma significativi interventi, come quello tenuto dalla Sindaca, da Giuseppe Chiodo e dal Segretario Generale dell’USEF; anche la Sindaca ha voluto omaggiare gli ospiti con alcuni regali in ricordo del significativo incontro, che qualora ce ne fosse bisogno, sottolinea ancora una volta l’importante rapporto di collaborazione tra i due enti.

A conclusione, il tradizionale bicchiere dell’amicizia molto gradito dai presenti.

 

(Salvatore Augello, 22 ottobre 2021)

Hits: 34

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.