Filef Australia: Nuovo Paese – Settembre 2021 è on line

Una nazione sballata

 

Editoriale di Frank Barbaro

Solo gli ingenui credono che le missioni militari guidate dagli Stati Uniti negli ultimi anni avessero come scopo quello di costruire delle nazioni.

Ciò che si sta verificando in Afghanistan è l’ultima dimostrazione del disprezzo per la gente che l’Occidente affermava di voler salvare.

Quando si pensa al fallimento afghano è ironico prendere nota che l’Occidente, il cui leader non dichiarato è l’America, è alle prese con il tentativo di salvare se stesso, e non dalla pandemia globale, affrontabile con politiche di salute pubblica, quando consentite.

No, le nazioni occidentali per un po’ hanno cercato di salvarsi dalla loro incapacità di soddisfare le aspettative create da economie individualistiche, consumistiche, confortevoli e basate sul profitto.

I segni chiave dei rischi che li attendono sono la disoccupazione permanente di lungo periodo, la crescente disuguaglianza, l’incapacità di finanziare i servizi pubblici essenziali e (incubo dell’industrializzazione) il cambiamento climatico.

Non sorprende che i movimenti globali diffidenti nei confronti della politica e dei politici convenzionali siano all’ordine del giorno e generino frammentazione e non federazione.

La facilità con cui Talebani hanno conquistato l’Afghanistan non dovrebbe essere una sorpresa, dato che nessuno era pronto a difendere un governo corrotto appoggiato dagli USA, dopo il ritiro delle forze occidentali.

Il popolo afghano poteva scegliere se continuare lo spargimento di sangue di civili o porre fine a una guerra senza fine.

Nonostante i modi autoritari del regime talebano, un sondaggio di Integrity Watch Afghanistan ha rilevato che più della metà dei cittadini credeva che ci fosse meno corruzione nelle aree controllate dai talebani rispetto a quelle controllate dal governo.

Secondo Forbes (16 agosto 2021) gli Stati Uniti hanno speso più di 2 trilioni di dollari per la guerra in Afghanistan.

Fanno 300 milioni di dollari al giorno per 20 anni o 50.000 dollari per ciascuno dei 40 milioni di afgani. Il costo maggiore è quello dei circa 180.000 che hanno perso la vita.

Soldi e vite sacrificate senza aver costruito niente, né in Afghanistan né in Occidente.

 


 

Nation busting

by Frank Barbaro

 

Only the naïve believe that the USA driven and led military missions of recent years were about nation building.

What is unfolding in Afghanistan is the latest display of the disregard for people the West claimed it wanted to save.

The irony of the Afghan failure is that the West, whose unstated leader is America, is in the throes of trying to save itself, not from the global pandemic that public health responses can deal with – if allowed.

No, Western styled nations for a while have been trying to save themselves from their inability to satisfy expectations created by individualistic, consumer, comfortable and profit-based economies.

Key signs of the risks before them are permanent long-term unemployment, increasing inequality, inability to fund essential public services, and – industrialisation’s nightmare – climate change.

It is not surprising that global movements distrustful of conventional politics and politicians are commonplace and breed fragmentation not federation.
The ease of the Taliban takeover in Afghanistan should not be a surprise for no one was prepared to defend a US-propped and corrupt government, after the withdrawal of Western forces.

The Afghani people had a choice of continuing the civilian bloodshed or ending an endless war.

Despite the Taliban regime’s authoritarian ways a survey by Integrity Watch Afghanistan found that more than half of citizens believed there was less corruption in Taliban-controlled areas than in those controlled by government.

According to Forbes (16 August 2021) the USA has spent more than $2 trillion on the war in Afghanistan.

That’s $300 million dollars a day for 20 years or $50,000 for each of Afghanistan’s 40 million people. The greater cost is that of the estimated 180,000 who lost their lives.

Money and lives sacrificed for busting not building – neither in Afghanistan nor the West.

 


 

SCARICA o LEGGI Nuovo Paese – Settembre 2021

 

Hits: 48

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.