FILIPPINE: La resistenza alle politiche coloniali occidentali in un video della Filef Sydney

Un’importante iniziativa della Filef di Sydney a sostegno della Resistenza dei popoli originari delle Filippine, in un video-documentario prodotto da Electric Eye Production in collaborazione con Filef e Migrante Australia.

Nella prima parte del video una sintetica ma efficace illustrazione la storia dell’arcipelago delle Filippine nel suo lungo percorso di paese coloniale sfruttato nelle sue risorse naturali ed umane che dura ancora oggi secondo uno schema analogo a quello di tanti altri paesi. La posizione dell’arcipelago pone oggi le Filippine nuovamente al centro dello scontro geopolitico con una massiccia presenza USA.

I documenti video sono illustrati da:

Carmelita Mel Baltazar, presidente di Migrante Australia. Prima della sua migrazione nel 1990 era una insegnante, leader e organizzatore dell’Alleanza degli insegnanti dal 1982. Attualmente coordina la difesa del welfare e dei diritti del lavoro di Migrante Australia, per la comunità filippina immigrata in questo paese, e da:

Joanna Carino della tribù Ibaloi, una dei principali leader della Cordillera IndigenaAlleanza dei Popoli nell’isola di Luzon nelle Filippine.

I 4 corti compresi nel Video-documentario:

1. Perché c’è una rivoluzione armata nelle Filippine? (3 minuti): Una rapida storia dell’invasione delle Filippine da parte di spagnoli, americani e dittatori regimi che seguirono.

2. Pangandoy: I Manobo combattono per la terra, l’istruzione e il loro futuro. (19 minuti): La Resistenza della Tribù Monobo di Mindanao all’invasione dell’impresa capitalista terriera sostenuto dall’esercito.

3. L’unica donna capo della tribù Bae Bibiyaon Bigkay affronta la parlamentare Bancy Catamco dopo uno sfratto violento operato dai militari agli indigeni sfollati a Davao. (Cinque minuti)

4. Tunog Bobongan – LIBERTA’ DI ISTRUZIONE: La nostra scuola è un luogo di apprendimento, non una zona di guerra. Va via! Tutto ciò che vogliamo è la libertà di istruzione. (4 minuti)

L’audio di fondo è una canzone dei bambini Lumad contro l’occupazione delle loro comunità e scuole da parte dell’esercito e polizia.

 

 

Scarica il Manifesto:

 

 

 

Hits: 72

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.