ZEW, storia di un approdo argentino, in proiezione mercoledì 11 a Roma

“ZEW”, della regista argentina Irene Kuten, narra le vicende del padre – nato in un campo di accoglienza nell’isola di Rodi nel 1941 durante la fuga della sua famiglia da un villaggio della Polonia invasa dai nazisti – che trascorre i suoi primi anni di vita a Ferramonti, un altro campo di concentramento nelle vicinanze di Cosenza; nel 1949 approda, giovane esule, a Buenos Aires dove trascorre la sua vita nell’ambiente interculturale argentino, tra studio, impegno sociale e professionale.

Le immagini sono inframezzate da delicate animazioni che raccontano le peripezie del viaggio e poi dal suo ritorno di qualche anno fa, proprio a Ferramonti, nel cui centro di documentazione riconosce le foto di suoi amici d’infanzia e incontra altri migranti, quelli che arrivano oggi dall’Asia e dall’Africa, anch’essi espulsi dai loro paesi da altre guerre e tragedie.

Il film sarà proiettato martedì 11 ottobre a Roma alle ore 19:00, presso la Casa Argentina, via Veneto n. 7.

Successivamente in Polonia, in un percorso a ritroso nella vita del padre, “psicanalista e apprendista mago”, che Irene Kuten ha voluto realizzare “cercando un modo per raccontare la sua storia ai nipoti”.

Un breve trailer di ZEW è visibile su youtube al seguente indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=ZnAzks0fewc

Visits: 50

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.