CDC: contro autonomia differenziata un risultato eccellente (105.000 FIRME) con il lavoro di tante e tanti

UN RISULTATO ECCELLENTE (105.000 FIRME) DOVUTO AL LAVORO DI TANTE E TANTI

Il Coordinamento per la democrazia costituzionale (Cdc), presieduto dal professore Massimo Villone, esprime grande soddisfazione per avere doppiato il numero delle firme necessarie (ne sono giunte oltre 105mila) per la presentazione della proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare – di modifica degli articoli 116, terzo comma, e 117, primo, secondo e terzo comma del Titolo V della Costituzione – per contrastare il progetto di autonomia differenziata voluta dal governo e da alcune regioni del Nord.

Il testo del progetto di legge è stato il felice esito del lavoro, coordinato dal Prof. Massimo Villone, di un foltissimo numero di costituzionalisti, giuristi, docenti universitari, dirigenti sindacali, attivisti sociali, dirigenti di centri studi meridionali, personalità del mondo della cultura, giornalisti, scrittori, insegnanti e dirigenti scolastici, medici, che hanno operato, senza il concorso di esponenti di partiti politici, a produrre un testo che salvaguardasse il carattere uno e indivisibile della nostra Repubblica.

Il Cdc esprime un profondo ringraziamento verso tutte le cittadine e i cittadini che hanno contribuito al successo della campagna; le associazioni sorte in questi anni sul territorio a difesa della democrazia e della Costituzione; le organizzazioni sindacali Flc Cgil, Uil scuola Rua, Federazione Gilda Unams, che hanno fin dall’inizio sostenuto la raccolta delle firme, lo Snadir, il cui contributo è stato convinto ed importante; le tante strutture sindacali confederali che, soprattutto al sud, si sono attivate; le associazioni nazionali Anpi, Arci; l’A.M.P.A Venticinqueaprile, la Filef; la Rete Salute Welfare e Territorio; gli operatori in campo sanitario che hanno condiviso la campagna, il Quotidiano Sanità online; la rete dei Sindaci che hanno aderito, i Consigli comunali che, con propri ordini del giorno, hanno sostenuto la raccolta delle firme.

Infine un ringraziamento sentito alle strutture territoriali del Cdc che hanno dato vita a decine e decine di iniziative, alimentando il dibattito politico e culturale nei vari territori che si è poi tradotto in una raccolta di firme sui moduli cartacei superiore persino a quella giunta per via informatica.

 

La presidenza del Coordinamento per la democrazia costituzionale

 

 

Visits: 113

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.