Il governo inglese offre incentivi finanziari per lasciare il Regno Unito a cittadini di paesi UE

Cittadini europei aggiunti al programma di rimpatrio volontario, che può includere voli e fino a £ 2.000 per il reinsediamento

(Da: The Guardian – Titolo originale: EU citizens offered financial incentives to leave UK. European nationals added to voluntary returns scheme, which can include flights and up to £2,000 for resettlement)

 

Ai cittadini dell’UE vengono offerti incentivi finanziari per lasciare il Regno Unito, (secondo quanto appreso da The Guardian), mesi prima della scadenza per richiedere lo status di residenti. Dal 1 ° gennaio i cittadini dell’UE sono stati tranquillamente aggiunti al programma di rimpatrio volontario del governo in cui viene offerto sostegno finanziario come incoraggiamento a tornare nel loro paese di origine. I pagamenti possono includere voli e fino a £ 2.000 di denaro per il reinsediamento.

Il programma è progettato per aiutare alcuni migranti nel Regno Unito a partire volontariamente. Operatori che lavorano per aiutare i cittadini dell’UE vulnerabili nel Regno Unito hanno affermato che l’offerta di denaro per tornare a casa contraddice l’affermazione del governo secondo cui stava facendo tutto il possibile per incoraggiare le persone a registrarsi per lo status di residente. Il termine ultimo per gli europei che vivono nel Regno Unito per presentare domanda per lo schema di regolamento dell’UE (EUSS) è il 30 giugno.

Benjamin Morgan, che gestisce il progetto dell’UE sui diritti dei senzatetto presso il Public Interest Law Center, ha dichiarato: “È chiaro dal nostro studio di caso che alcuni dei cittadini dell’UE più vulnerabili devono ancora risolvere il loro status. Le barriere all’applicazione e i ritardi nel processo decisionale del Ministero dell’Interno rimangono fattori significativi.

Aggiunge che i lavoratori delle industrie con cattive condizioni, basse retribuzioni e contratti precari in settori come l’assistenza, l’edilizia e l’agricoltura sono particolarmente a rischio di scivolare attraverso le falle della regolamentazione. Coloro che non possono presentare domanda in tempo saranno soggetti a misure che includono la detenzione e l’allontanamento e potrebbero essere penalizzati per lavoro, affitto di alloggi o guida di un’auto.

Chai Patel, di JCWI, ha detto: “La nostra ricerca mi spaventa perché le persone con cui abbiamo parlato erano molto meno vulnerabili di altri gruppi nascosti in condizioni di sfruttamento lavorativo, che nessuno è stato in grado di raggiungere per fare loro domande. Nonostante gli avvertimenti da parte nostra e di molti altri esperti, il Ministero degli Interni sta nascondendo la testa sotto la sabbia proprio come ha fatto con Windrush e trova scuse invece di trovare soluzioni “.

JCWI non è l’unica organizzazione ad avvertire che alcuni potrebbero sfuggire alla rete. L’Osservatorio sulla migrazione ha espresso la preoccupazione che alcuni gruppi rischiano di non essere registrati entro la scadenza del 30 giugno. Il ministro dell’immigrazione, Kevin Foster, ha detto che il rapporto JCWI ha presentato “un’immagine incredibilmente fuorviante del regime di insediamento dell’UE” in quanto si basava su “un piccolo sondaggio su meno di 300 persone condotto un anno fa”. “Da allora milioni di domande sono state ricevute dal programma”, ha detto. “Ora abbiamo ricevuto quasi 4,9 milioni di richieste per il programma di liquidazione dell’UE di enorme successo. Mancano ora meno di sei mesi alla scadenza del 30 giugno 2021 e incoraggerei tutti coloro che hanno diritto a fare domanda ora per garantire i propri diritti ai sensi della legge britannica. Una vasta gamma di supporto è disponibile online e per telefono se ne hai bisogno e stiamo finanziando 72 organizzazioni in tutto il Regno Unito per garantire che nessuno venga lasciato indietro “.

 

(Traduzione Emi-News)

FONTE: https://www.theguardian.com/politics/2021/jan/26/eu-citizens-offered-financial-incentives-to-leave-uk

Hits: 109

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.