Il senatore Pd Giacobbe sul Turismo delle Origini: rischiamo di sprecare i soldi del PNRR

Bisogna spendere i soldi del PNRR per il Turismo delle Origini lì dove rappresentano un investimento capace di generare ritorni economici, sociali e culturali per il Paese. E, soprattutto, bisogna che i capitali siano utilizzati anche all’estero”. È la riflessione del senatore del Pd eletto in Australia Francesco Giacobbe, dopo le conclusioni del ministro agli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, presentate all’assemblea plenaria del nuovo CGIE alla Farnesina.
“I fondi destinati al Turismo delle Origini non possono e non devono essere spesi per feste o esibizioni, ma devono servire come piattaforma di lancio per un progetto che può dare tanto al nostro Paese. Il Turismo delle Origini, infatti, è capace di generare ritorni vertiginosi in termini economici e sociali per l’Italia e l’occasione PNRR deve essere sfruttata al meglio”, ha detto Giacobbe, aggiungendo che bisogna puntare in primis sulle comunità all’estero.
“La rete costituita dagli italiani nel mondo è la prima che deve essere coinvolta nel progetto Turismo delle Origini”, ha proseguito il senatore PD. “Dai nostri connazionali emigrati all’estero, infatti, dipende il successo o meno di questo progetto. Il MAECI deve finanziare attività promozionali che coinvolgano loro e i Paesi Esteri in cui sono rappresentate le nostre comunità. Bisogna arrivare lì e organizzare, insieme, i flussi del Turismo delle Origini”.
Quanto, invece, agli investimenti in Italia legati a questo progetto, il senatore Giacobbe è stato chiaro: “I soldi vanno spesi in infrastrutture, incluse quelle dei trasporti, in progetti per la formazione, per la costituzione dei nuovi itinerari e nella digitalizzazione. Solo così, armonizzando gli investimenti all’estero e in Italia, il Turismo delle Origini avrà senso e non si trasformerà nell’ennesima occasione persa o di denaro pubblico sprecato”.
Giacobbe si è detto “preoccupato perché non ho sentito nulla di tutto ciò in questi giorni e non ho visto ancora azioni concrete in questo senso. Il rischio”, ha concluso, “è che le risorse del PNRR vadano sprecate. Bisogna subito cambiare direzione”.

 

FONTE: aise

Visits: 64

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.