Norme da seguire per chi rientra in Italia dall’estero nel periodo natalizio

Sono in vigore nuove norme per il periodo natalizio, che in particolare riguardano chi rientra in Italia da gran parte dei paesi UE ( Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Chi fa ingresso in Italia per motivi non di necessità (i motivi di necessità sono: esigenze lavorative, assoluta urgenza, esigenze di salute) dopo aver soggiornato o transitato in questi Paesi tra il 21 dicembre 2020 ed il 6 gennaio 2021 per motivi non di necessità dovrà, all’ingresso in Italia, compilare l’autodichiarazione e sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni, raggiungendo la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato o coincidenza aerea (senza uscire dalle aree di transito aeroportuale). Sono previste eccezioni all’obbligo di isolamento, riportate in fondo al documento allegato di seguito).

 

Leggi o scarica il documento:

normativa_anti-covid_per_rientro_da_estero_21_12_2020

Hits: 103

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.