Nuova emigrazione: l’Austria per i friulani è sempre più felix.

In dieci anni i corregionali residenti oltre confine sono raddoppiati

Molti, moltissimi corregionali hanno scelto l’Austria non solo come meta prediletta delle vacanze, ma pure come luogo dove vivere e lavorare, contribuendo a far crescere le cifre degli italiani residenti all’estero.

Basti pensare che il primo gennaio 2019 risultavano residenti in Austria 34.051 italiani, dei quali 2.758 provenienti dal Friuli Venezia Giulia, facendo segnare un aumento dell’1,5% rispetto all’anno precedente. Non molti se raffrontati ai 184.119 corregionali che risultano registrati all’Aire, ma comunque si tratta una cifra ragguardevole, tanto più se si tiene conto che dieci anni prima gli italiani residenti in Austria e registrati all’Aire erano 17.119. Manca per il 2009 il dato dei corregionali, ma è verosimile pensare che fossero in proporzione la metà di quelli attualmente censiti.
Nella sola Villacco, città gemellata dal 1979 con Udine, che sorge a una manciata di chilometri da Tarvisio, vivono e lavorano oltre 700 connazionali. Non moltissimi considerato che il centro carinziano ospita oltre 61mila residenti, ma indicativo di un fenomeno che negli ultimi anni ha assunto dimensioni rilevanti.

Man mano che il suo tessuto industriale si è sviluppato, grazie anche agli investimenti fatti per favorire l’insediamento di aziende tecnologicamente avanzate, questa città ha richiamato lavoratori provenienti da mezza Europa, il cui comune denominatore è la qualifica medio alta. Non parliamo quindi soltanto di lavoratori altamente specializzati, ma pure di manager e ricercatori.

“Raccogliamo – ci ha spiegato Petra Oberrauner, fino allo scorso settembre vice sindaco della città, poi eletta al Parlamento nelle file del Partito socialdemocratico austriaco – i frutti di una politica di sviluppo industriale mirata, avviata negli anni scorsi con la creazione di un Centro di ricerca di livello internazionale, che ha fatto in sostanza da calamita per molte imprese ad alta tecnologia, ma non solo. Abbiamo lavorato molto anche per dare servizi migliori a chi viene a lavorare da noi: basti pensare che nelle nostre scuole si insegnano tedesco, inglese, italiano e sloveno e che sono al lavoro addirittura istituzioni e associazioni impegnate nell’aiutare le famiglie che arrivano in città ad ambientarsi nel migliore dei modi, fornendo loro consulenza e supporto. Villacco è un centro molto apprezzato nel quale vivere, anche perché sorge al centro di un territorio di pregio ed è facilmente raggiungibile sia dalla capitale austriaca che dai principali centri del Friuli Venezia Giulia.

Inoltre, credo conti molto la qualità della vita molto alta grazie al livello dei servizi e all’elevata sicurezza garantita ai suoi residenti. La comunità italiana nella nostra città è numerosi, ed è sicuramente benvenuta, perché gli italiani sono considerati grandi lavoratori oltre che persone molto qualificate. Credo che questo spieghi perché tanti vostri connazionali abbiano scelto Villacco e i suoi dintorni per vivere e lavorare”.

 

FONTE: https://www.ilfriuli.it/

Hits: 22

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.