Dal sentore Renato Turano (Pd) un emendamento soppressivo della norma introdotta alla Camera sul voto all’estero

“Non possiamo derogare ad un principio cardine come quella della residenza all’estero”

ROMA – “Non possiamo derogare ad un principio cardine come quella della residenza all’estero per il voto all’estero, quindi ho provveduto a presentare un emendamento interamente soppressivo di questa  norma introdotta alla Camera nella legge elettorale”. Lo dichiara il senatore del Pd Renato Turano, eletto nella ripartizione America Settentrionale e Centrale.“Si tratta indubbiamente – prosegue Turano – di un cambiamento storico: prevedere la possibilità di collocare nella circoscrizione Estero candidati residenti in Italia significa , infatti, contraddire radicalmente la logica, le finalità e il significato della legge sul voto degli italiani all’estero. Ho molto apprezzato la presa di posizione del Pd in Usa circoscrizione da cui provengo, ma ribadisco che non si gioca con i principi”. Per Turano “non si può ignorare  che con questa modifica si contravvengono alle ragioni storiche, morali, economiche e culturali che hanno portato all’introduzione della circoscrizione Estero. Spero – conclude il senatore – che ciascuno di noi, in quanto rappresentanti degli italiani all’estero, trovi il coraggio e la dignità per difendere i principi e l’onorabilità della circoscrizione Estero”.

 

FONTE: Inform

Visits: 11

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.