Abolish NATO. Abolire la NATO.

The New York Times published an article yesterday that denied that U.S. officials promised Russia at the end of the Cold War that NATO would not expand membership to Warsaw Pact countries.

Unfortunately, the article misses the point. The point is that NATO should have been abolished when the Cold War ended, which would, needless to say, have meant that it would not have absorbed those former Warsaw Pact countries and would not have moved U.S. bases, missiles, and troops inexorably closer to Russia’s borders.

The ostensible purpose of NATO was to protect Western Europe from an invasion by the Soviet Union, which, ironically, had been America’s partner and ally in World War II. At the end of the Cold War, the threat of such an invasion was non-existent. Therefore, NATO’s ostensible mission was over. NATO should have been disbanded immediately.

But like so many other Cold War programs and bureaucratic agencies, NATO bureaucrats were not about to let their bureaucratic agency go quietly into the night. Too many officials had become accustomed to and dependent on the taxpayer-funded largess that came with NATO.

Moreover, the NATO bureaucrats and the Cold War officials within the U.S. national-security establishment were not ready to let go of their Cold War racket, which they had milked for some 45 years. They had to figure out a way to keep their racket going.

That’s why NATO began absorbing Warsaw Pact countries instead of simply going out of business. They knew that as they brought U.S. bases, missiles, and troops closer to Russia’s borders, Russia would have to finally respond. And when that would happen, U.S. and NATO officials and their Operation Mockingbird acolytes in the mainstream press could exclaim, “The Russians have committed aggression! They are the aggressors!”

The final straw was to be Ukraine. After U.S. officials helped to orchestrate the regime-change operation that ousted a pro-Russia regime and installed a pro-U.S. regime in Ukraine, the next step was to invite Ukraine to join NATO. That would mean U.S. bases, missiles, and troops on Russia’s border. It would would mean the eviction of Russia from its longtime military base in Crimea and its replacement by a U.S. military base.

The result was predictable. Russia invaded Crimea and took it over. Russia has also made it clear that it fiercely opposed NATO’s absorption of Ukraine and the U.S. military bases, missiles, and troops on Russia’s border that would come with it.

Predictably, all this makes Russia the “aggressor” against the peace-loving officials within NATO and within the U.S. government (which controls NATO). It’s all Russia’s fault for opposing U.S. peace-loving plans to establish and install military bases, missiles, and troops along Russia’s borders.

When will the American people wake up and come to the realization of what the conversion of their federal government to a national-security state has done to our nation? The sooner that day comes, the better off everyone will be. We will be able both to abolish NATO and restore a limited-government republic to our land. That would not only finally put a stop to the old Cold War racket but also set America on the road to liberty, peace, prosperity, and harmony with the people of the world.

 

FONTE: https://www.counterpunch.org/2022/01/13/abolish-nato/

 

****

ABOLIRE LA NATO

(Traduzione)

Il New York Times ha pubblicato ieri (12-1-22 n.d.r.) un articolo che nega che i funzionari statunitensi abbiano promesso alla Russia, alla fine della guerra fredda, che la NATO non avrebbe esteso l’adesione ai paesi del Patto di Varsavia.

Sfortunatamente, l’articolo non coglie il punto. Il punto è che la NATO avrebbe dovuto essere abolita alla fine della Guerra Fredda, il che avrebbe significato, inutile dirlo, che non avrebbe assorbito quei paesi dell’ex Patto di Varsavia e non avrebbe spostato basi, missili e truppe statunitensi inesorabilmente più vicine ai confini della Russia.

Lo scopo apparente della NATO era quello di proteggere l’Europa occidentale da un’invasione dell’Unione Sovietica, che, ironicamente, era stata partner e alleata dell’America nella seconda guerra mondiale. Alla fine della Guerra Fredda, la minaccia di una tale invasione era inesistente. Pertanto, la missione apparente della NATO era finita. La NATO avrebbe dovuto essere sciolta immediatamente.

Ma come molti altri programmi e agenzie burocratiche della Guerra Fredda, i burocrati della NATO non erano disposti a lasciare che la loro agenzia burocratica si eclissasse. Troppi funzionari si erano abituati e erano dipendenti dalla generosità finanziata dai contribuenti che veniva mediata dalla NATO.

Inoltre, i burocrati della NATO e i funzionari della guerra fredda all’interno dell’establishment della sicurezza nazionale degli Stati Uniti non erano pronti a lasciare andare il loro racket della guerra fredda, che avevano munto per circa 45 anni. Dovevano trovare un modo per mantenere il loro racket.

Ecco perché la NATO ha iniziato ad assorbire i paesi del Patto di Varsavia invece di andare semplicemente fuori mercato. Sapevano che avvicinando le basi americane, i missili e le truppe ai confini della Russia, la Russia avrebbe dovuto finalmente rispondere. E quando ciò sarebbe accaduto, i funzionari degli Stati Uniti e della NATO e i loro accoliti dell’Operazione Mockingbird nella stampa mainstream avrebbero potuto esclamare: “I russi hanno commesso un’aggressione! Sono loro gli aggressori!”

La goccia finale doveva essere l’Ucraina. Dopo che i funzionari degli Stati Uniti hanno aiutato a orchestrare l’operazione di cambio di regime che ha spodestato un regime pro-Russia e installato un regime pro-USA in Ucraina, il passo successivo è stato quello di invitare l’Ucraina ad aderire alla NATO. Questo significherebbe basi statunitensi, missili e truppe al confine con la Russia. Significherebbe lo sfratto della Russia dalla sua grande base militare in Crimea e la sua sostituzione con una base militare statunitense.

Il risultato era prevedibile. La Russia ha invaso la Crimea e l’ha riconquistata. La Russia ha anche chiarito che si oppone ferocemente all’assorbimento dell’Ucraina da parte della NATO e alle basi militari statunitensi, ai missili e alle truppe sul confine della Russia che ne deriverebbero.

Come prevedibile, tutto questo fa della Russia l'”aggressore” contro i funzionari amanti della pace all’interno della NATO e del governo degli Stati Uniti (che controlla la NATO). È tutta colpa della Russia per essersi opposta ai piani degli amanti della pace degli Stati Uniti di stabilire e installare basi militari, missili e truppe lungo i confini della Russia.

Quando il popolo americano si sveglierà e si renderà conto di ciò che ha fatto alla nostra nazione la conversione del suo governo federale in uno stato di sicurezza nazionale? Prima arriva quel giorno, meglio sarà per tutti. Saremo in grado sia di abolire la NATO che di ripristinare una repubblica a governo limitato entro i nostri confini, nella nostra terra . Questo non solo metterebbe finalmente fine al vecchio racket della guerra fredda, ma metterebbe anche l’America sulla strada della libertà, della pace, della prosperità e dell’armonia con i popoli del mondo.

 

Hits: 20

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.