Cgie: il Ministro degli Esteri Tajani chiude l’assemblea plenaria del Cgie (Video)

Nell’ultima giornata della assemblea plenaria di insediamento del Cgie è intervenuto il Ministro degli Esteri Tajani. Nel breve dibattito che ne è seguito il primo ad intervenire è Antonio Cenini, ex funzionario governativo e della UE, coordinatore di Forza Italia in Europa, amico personale del Ministro e inserito nella componente di nomina governativa del Cgie per la categoria dei Partiti, al posto che, a rigore, sarebbe spettato al Movimento 5 stelle quale terzo gruppo parlamentare. (Come diversi altri posti sarebbero dovuti andare ad altri soggetti rispetto a quelli nominati con ampia discrezione e vicini ad Amministrazione del Maeci e maggioranza di governo).

Tanta la buona volontà espressa dal Ministro nel suo discorso equilibrato e ammiccante alle varie sensibilità, ma pare non ci sia “trippa per gatti” a seguito delle tante crisi attraversate dal paese, a partire, ha detto, da quella del 2008, per passare a quella pandemica, fino a quella causata dalla guerra in Ucraina; (destino cinico e baro) per cui ci si astiene dalle promesse e si farà quel che si può: molto poco; rispetto a quanto si evince dalla replica alle rapide e misurate sollecitazioni emerse dagli interventi di Scigliano, Conte, Prodi, Lodetti.

La presenza di Cenini nel Cgie (e degli altri che il ministro ha voluto nominare) sarà comunque utile per riportare al Ministro Tajani quanto emergerà nei prossimi mesi ed anni di consiliatura sulle questioni in campo che, ammesso che emergano, ove non risolte in modo efficace, porteranno inevitabilmente alla decadenza di questo modello di rappresentanza dei 6,5 milioni di italiani all’estero che non appare più adeguato ai tempi da molti punti di vista; anche per la  melassa di retorica inconcludente che è in grado di riprodurre e della quale, sinceramente, si può anche fare a meno.

Ma vedremo nel prosieguo. Cioè, probabilmente, tra 8-10 mesi. Lo stanziamento decurtato per il Cgie rende problematica l’indizione di una seconda plenaria entro l’anno in corso. E molti Comites interromperanno la propria attività per lo stesso motivo. Nel frattempo saranno emigrati altri 150-200mila italiani, lontano dalle secche della patria matrigna. I quali, avranno occasione di apprezzare dall’estero, l’efficienza di uno dei grandi paesi del G-7 nel rinnovo dei passaporti, nel rilascio della carta di identità elettronica, nella promozione della lingua e cultura italiana, nella promozione del sistema paese, ecc.

(Red)

 

 

Views: 178

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

1 Trackback / Pingback

  1. Nuovo Cgie: servizi sullo svolgimento dell’Assembea Plenaria di insediamento – FILEF Nuova Emigrazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.