Fermiamo la strage subito! Manifestazione nazionale a Cutro. L’adesione della FILEF

COMUNICATO FILEF nazionale

La FILEF aderisce alla manifestazione nazionale dell’11 marzo 2023 indetta dalle realtà sociali calabresi: “Verità e Giustizia per le vittime della strage di Cutro” 

Lo scorso 26 febbraio,  si è consumata  avanti alle coste calabresi l’ennesima strage di persone migranti nel Mediterraneo. L’imbarcazione salpata dalla Turchia é naufragata a  Steccato di Cutro (Crotone).
Non possiamo restare indifferenti al ripetersi di queste tragedie. É ora di dire basta!Fermiamo la starge subito!

Come italiani all’estero abbiamo memoria di tragedie simili e abbiamo vissuto la mancanza di solidarietá sulla nostra pelle. E quindi sappiamo quanto sia importante ricevere solidarietà in momenti come questo.

La FILEF aderisce alla manifestazione indetta dalle realtà sociali calabresi a Crotone per sabato 11 marzo per chiedere “Verità e Giustizia per le vittime della strage di Cutro”, per chiedere un’indagine seria che faccia chiarezza su quanto è successo; di istituire una Commissione parlamentare di inchiesta sulle stragi di frontiera; di realizzare immediatamente un programma europeo di ricerca e salvataggio in tutto il Mediterraneo; di attivare i visti umanitari previsti dal Regolamento Europeo dei Visti, consentendo così alle persone in fuga da guerre e violenze l’attraversamento delle frontiere europee in sicurezza e legalità; di attivare ogni via d’accesso complementare e di ampliare i canali regolari di ingresso, perche migrare deve essere anche un diritto; di fermare ogni iniziativa e programma di esternalizzazione delle frontiere e di promuovere accordi bilaterali condizionati dal rispetto dei diritti umani e non dal controllo dei flussi migratori.

Qui il link alla piattaforma della manifestazione

Roma/Bruxelles 07/03/2023

Hits: 44

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.