70 ANNI IMMIGRAZIONE ITALIANA IN BELGIO ” UN FUMETTO DEL COMITES DI BRUXELLES

Ieri è stata presentata a Bruxelles ‘Una storia importante. 70 anni di immigrazione italiana in Belgio ” un fumetto realizzato per iniziativa del Comitato degli italiani all’estero , fortemente voluto dal Presidente del Comites Raffaele Napolitano, e curato dal disegnatore belga di origine sarda e docente all’Accademia delle belle arti di Tournai, Antonio Cossu.

Il progetto, promosso dal Comites Belgio, è stata sostenuta finanziariamente dal Ministero degli Affari Esteri e dalla Regione Vallone per il suo alto valore divulgativo ed educativo” sottolinea una nota del Ministero degli
Al centro della storia dell’immigrazione italiana il noto accordo italo/belga ‘’braccia contro carbone’’ del 1946 e la tragedia di Marcinelle dell’8 agosto 1956 dove persero la vita 262 minatori, di cui 136 italiani.

’La storia dell’emigrazione italiana è stata, soprattutto nel primo decennio del dopoguerra, caratterizzata dalla sofferenza degli immigrati stigmatizzati e costretti a durissime condizioni di vita e di lavoro. La tragedia di Marcinelle, nella quale sono morti 136 italiani tra le 262 vittime provenienti dal Belgio e da tanti altri Paesi stranieri, ha segnato un punto di svolta.
Grazie all’accoglienza del Belgio oggi gli Italiani sono inseriti in tutte le professioni, dalle costruzioni, alla ristorazione, alla politica, come l’emblematica biografia dell’ex Primo Ministro Elio Di Rupo, attuale Ministro-Presidente della Vallonia, testimonia’’ – ha commentato l’Ambasciatrice Basile.

Il volume – arricchito dalle prefazioni dell’Ambasciatrice Elena Basile, del Direttore Generale per gli Italiani all’Estero Luigi Vignali, del Presidente del Comites Bruxelles, Brabante e Fiandre Raffaele Napolitano, nonché del Presidente Romano Prodi e del Presidente Antonio Tajani – si pone l’obiettivo di sviluppare la consapevolezza delle nuove generazioni sull’emigrazione italiana, su quella storia di dolore e di successo che essa ha saputo incarnare. L’evento fornisce dunque un momento per riflettere anche su come le istituzioni possano svolgere un ruolo di accompagnamento delle esigenze della nuova emigrazione dando un contributo al fine di preservare un patrimonio di esperienze e di spirito solidale straordinario”.

FONTE (07/02/2020-ITL/ITNET)

Hits: 28

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.