Brasile: centinaia di sostenitori di Bolsonaro invadono il Congresso e il Palazzo del Planalto. Parte dell’orda è arrivata dal Quartier Generale dell’Esercito.

I sostenitori di Bolsonaro chiedono un colpo di stato

Parte dell’orda è arrivata dal Quartier Generale dell’Esercito, dove era stato allestito un accampamento contro l’arrivo di Lula alla presidenza.

 

di Dario Pignotti (da Pagina12.com.ar)

Centinaia di sostenitori dell’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro hanno invaso il Congresso a Brasilia, mentre altri hanno iniziato a entrare nel Palazzo del Planalto, sede della presidenza, e alcuni hanno circondato il Palazzo di Giustizia.

Giorni prima il leader dell’estrema destra Bolsonaro, che si è rifugiato negli Stati Uniti, aveva promesso ai suoi sostenitori di aspettarsi imminenti “novità”, hanno detto i gruppi di estrema destra dello Stato della Florida.

La versione locale dell’assalto al Campidoglio

Questo commento sembra confermare l’intenzione dell’ex capitano di mettere in atto la sua minaccia di realizzare una versione locale dell’assalto al Campidoglio del gennaio 2021 da parte dei sostenitori di Donald Trump in Brasile.

I manifestanti sono riusciti a bloccare le postazioni della Polizia Militare di Brasilia e sono avanzati lungo il viale principale di Brasilia, dopodiché hanno preso il Palazzo del Parlamento, mentre alcuni hanno iniziato a prendere d’assalto il Palazzo del Planalto, sede della Presidenza, situato a circa 300 metri dal Palazzo Legislativo, nella parte orientale della città.

Una parte dell’orda è arrivata dal quartier generale dell’esercito, dove è stato allestito un accampamento per chiedere un colpo di Stato e contro la “frode” che avrebbe permesso a Luiz Inácio Lula da Silva di vincere.

Nel frattempo, non è escluso che il presidente Lula da Silva, che si trova a San Paolo, torni a Brasilia nelle prossime ore, ha riferito radio CBN del gruppo Globo.

Nelle prime ore di questa domenica mattina e di sabato notte, sono arrivati a Brasilia autobus da diversi Stati che non sono stati avvicinati dalla Polizia Militare di Brasilia, guidata dal Segretario alla Sicurezza Anderon Torres, un noto filo-bolsonarista che è stato Ministro della Giustizia fino alla fine di dicembre.

Non c’è stata nemmeno una risposta rapida da parte della polizia brasiliana per prevenire l’attacco al Planalto.

Una parte dei manifestanti è partita dalla caserma dell’esercito nella parte occidentale di Brasilia.

 

FONTE: https://www.pagina12.com.ar/514122-brasil-cientos-de-militantes-de-bolsonaro-invaden-el-congres

 


 

Lula decreta l’intervento federale nel Distretto della capitale Brasilia

L’ordinanza è valida fino al 31 gennaio; il decreto nomina Ricardo Garcia Cappelli come interveniente

 

Il presidente Luiz Inácio Lula da Silva ha annunciato, domenica (8), il decreto di intervento federale nel Distretto Federale, in risposta agli atti antidemocratici che hanno invaso e depredato gli edifici dei Tre Poteri a Brasilia questo pomeriggio.

L’ordine è valido fino al 31 gennaio. Secondo il decreto, l’obiettivo è quello di “porre fine alla grave compromissione dell’ordine pubblico”. Il decreto nomina Ricardo Garcia Cappelli come responsabile dell’intervento federale. “L’interveniente è subordinato al Presidente della Repubblica e non è soggetto a norme distrettuali che contrastino con le misure necessarie per l’esecuzione dell’intervento”, si legge nel decreto.

Lula, che si trova ad Araraquara, nell’interno di San Paolo, dove si è recato questo fine settimana per monitorare i danni causati dalla pioggia nella regione, ha parlato con i giornalisti questo pomeriggio dopo che i manifestanti bolsonaristi sono avanzati attraverso la Spianata dei Ministeri e hanno invaso il Congresso Nazionale in proteste antidemocratiche che contestano l’esito delle elezioni di ottobre.

 

FONTE: https://www.cnnbrasil.com.br/politica/lula-decreta-intervencao-federal-2/

 

 

 

 

 

 

Views: 52

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.