Covid-19: Australia, vaccino anti TBC sperimentato per difesa da seconda ondata

Covid-19: Vaccino anti TBC per difesa da seconda ondata

(ANSA) – SYDNEY, 22 GIU – Un vaccino contro la tubercolosi disponibile da decenni è in corso di sperimentazione in Australia per verificare la sua capacità di aiutare il sistema immunitario a combattere il virus SARS-CoV-2 che causa il Covid-19, particolarmente in preparazione di una temuta seconda ondata di contagi. Il vaccino BCG, di cui si conosce la capacità di stimolare il sistema immunitario, viene usato correntemente come terapia per il cancro alla vescica. Nella sperimentazione avviata dal Murdoch Children’s Research Institute a Melbourne, viene iniettato il vaccino contro il bacillo BCG della tubercolosi a centinaia di operatori sanitari di prima linea negli ospedali di Melbourne, Adelaide e Perth. L’obiettivo è di reclutare 10 mila operatori sanitari attorno al mondo, fra cui in Europa e in Sudamerica dove il virus è più diffuso. Secondo il professor Nicolas Wood, specialista immunitario dell’ospedale Westmead di Sydney, il vaccino può rivelarsi vitale se vi sarà una nuova punta di infezioni con l’allentamento dell’isolamento sociale. “Vi potrà essere una seconda ondata. Se questo avvenisse, il vaccino BCG potrebbe fornire protezione”, aggiunge. (ANSA)

 

 

Coronavirus: Australia, Victoria ripristina restrizioni. Dopo la scoperta di 25 nuovi casi ieri.

(ANSA) – ROMA, 20 GIU – Le autorità dello Stato australiano di Victoria hanno ripristinato in parte le misure anti-coronavirus dopo la scoperta di 25 nuovi casi ieri. Lo riporta la Cnn.

Venerdì “il numero di nuovi casi ha raggiunto il livello più alto in oltre due mesi – ha detto il premier dello Stato, Daniel Andrews -. So che questo non è ciò che la gente vuole sentire, ma purtroppo questa è la nostra realtà”. Secondo le autorità l’aumento dei casi è dovuto ad un focolaio legato ad una riunione di famiglia. Lo Stato, ha commentato Andrews, è ad un “crocevia critico”.

Secondo le nuove restrizioni, che entreranno in vigore domani, ogni famiglia potrà avere un massimo di cinque visitatori alla volta e il numero di persone che potranno riunirsi all’aperto verrà ridotto da 20 a 10. Inoltre, un piano che prevedeva di aumentare già da domani da 20 a 50 il numero massimo di persone nei ristoranti, nei bar, nei musei, nelle biblioteche e nei luoghi di culto è stato rinviato al 12 luglio.

(ANSA).

 

 

 

Hits: 411

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.