Americo Chiesa, l’emigrato italiano che ha combattuto in Vietnam

“Nel giugno del 1965 salii su una nave per il trasporto di truppe con destinazione Vietnam. Facevo parte di una squadra di sei soldati, che usavano il cannone da 105 mm”. Americo Chiesa, friulano di San Lorenzo di Sedegliano, classe 1945, inizia così il suo racconto da protagonista della guerra tra Usa e Vietnam. A raccontare la sua storia è il 10 luglio il Messaggero Veneto. “Avevo appena finito la scuola superiore da una settimana, a St. Louis, negli Stati Uniti, dove ero emigrato quando aveva dieci anni. Era il giugno del 1964 quando mi arruolai come volontario, per tre anni, nell’ esercito americano. Mia madre era preoccupata per me perché conosceva i pericoli di un conflitto. Aveva 11 anni quando scoppiò la Grande Guerra. Terminato l’addestramento di base e quello per l’artiglieria a Fort Leonard Wood, in seguito ho frequentato l’Airborne School per diventare paracadutista e assegnato alla centunesima Divisione Aviotrasportata Batteria A 2/320° dell’artiglieria stessa”. Nel giugno del 1965, Americo Chiesa partì per il Vietnam. Quasi un anno trascorso in pieno conflitto. Americo non ama parlare di quel periodo. “Ha visto tante cose atroci – dice il cugino Giandomenico, che vive a San Lorenzo di Sedegliano e che sta predisponendo l’accoglienza per l’arrivo di Americo e della sua famiglia, che fanno ritorno per una breve vacanza -. Cose atroci che non vuole e non può ricordare perché gli hanno lasciato un segno indelebile nel cuore e nella mente, minando l’equilibrio emotivo. Le immagini di addestramento alla violenza e alla morte su persone rese non consapevoli di quello che andavano a fare, sono un macigno difficile da rimuovere nella mente di Americo”. L’ uomo parla inglese e conosce il friulano. Questa è la prima volta che Americo torna in Italia con tutta la sua famiglia, composta da nove persone.

 

FONTE: NoveColonneATG

Hits: 11

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.