633 COSTITUITO IL COORDINAMENTO DEI DS DEL SUD AMERICA

20051221 17:04:00 rod

Si è costituito a Buenos Aires, alla presenza di molte diecine di rappresentanti dei DS provenienti da sei paesi dell’America Latina e di Norberto Lombardi del Dipartimento nazionale per gli Italiani nel Mondo, il Coordinamento dei Democratici di Sinistra per il Sud America.
Ne fanno parte per l’Argentina Maria Rosa Arona (Buenos Aires), Mirella Giai (Rosario), Alessandra De Marco (Rosario), Graziela Bruzuela (Cordoba), Monica Rizzo (Mar del Plata); per il Brasile Andrea Lanzi (Rio de Janeiro) e Fabio Porta (San Paolo); per l’Uruguay Renato Palermo (Montevideo) e Ugo Pazzi (Montevideo); per il Venezuela Marisa Bafile (Caracas) e Giovanni Di Vaira (Caracas), per il Cile Mario Gonzales (Santiago) e Coralis Rodriguez (Santiago), per il Perù Luis Barreto.

Nell’incontro si sono affrontati i temi delle condizioni sociali delle comunità di origine italiana presenti nelle società sudamericane e delle attese delle nuove generazioni sul piano della formazione, della cultura e dell’apprendimento della lingua italiana e dell’informazione. Un’attenzione particolare è stata rivolta all’esigenza di valorizzare il ricco patrimonio storico e culturale che la presenza degli italiani ha sedimentato in oltre un secolo nel contesto latinoamericano. I DS si propongono di avanzare su questi punti precise indicazioni programmatiche in dialogo con le altre forze de L’Unione, di cui essi si considerano componente solida ed attiva.
Un forte allarme ha destato l’intenzione manifestata di recente in Parlamento, a nome del Governo, dal Sottosegretario Boniver di rimettere in discussione le convenzioni bilaterali di sicurezza sociale, per consentire il cumulo delle contribuzioni solo dal 1996, il che di fatto porterebbe ad escludere la quasi totalità degli emigrati italiani dalla possibilità di avere nel prossimo futuro una pensione adeguata alle difficili condizioni di sopravvivenza dell’area sudamericana.. Contro questa possibilità occorre apprestare al più presto una risposta adeguata delle forze politiche e sindacali.
Si sono toccati anche gli aspetti relativi alle condizioni di svolgimento della prossima consultazione elettorale, alla formazione delle liste e all’avvio della campagna elettorale, che vedrà i DS, assieme alle altre forze de L’Unione, in posizione chiaramente alternativa alle liste e ai candidati del centrodestra. Sia a quelli che esplicitamente si richiamano all’attuale governo di destra sia a quelli che tentano la mistificazione di dichiararsi al di fuori dei partiti, chiedendo oggi il voto agli elettori senza un preciso mandato politico e programmatico e decidendo domani di collocarsi nel Parlamento italiano sulla base di scelte personali o di interessi privati.
Grande preoccupazione è stata espressa per la condizione degli elenchi degli elettori, dai quali rischiano di essere escluse molte diecine di migliaia di aventi diritto, e per la perdurante assenza di un’informazione adeguata a consentire l’espressione di un voto consapevole.
I DS, con L’Unione, si faranno parte attiva per rendere alle comunità prima di tutto il servizio di una corretta informazione e per fare in modo che il voto sia espresso sulla base di chiari indirizzi programmatici e politici, allo scopo di contrastare il pericolo di inganno che si profila a danno dei cittadini italiani che vivono nei paesi del Sud America.

Il Coordinamento dei DS del Sud America

 

Hits: 2

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.