630 METTERE IN CONDIZIONE I TOSCANI ALL’ESTERO DI VOTARE

20051221 15:41:00 rod

Garantire a tutti i toscani che attualmente risiedono all’estero la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto, in modo consapevole e soprattutto semplice, senza appesantimenti burocratici. Oggi a Palazzo Bastogi, in occasione dell’insediamento del nuovo Consiglio dei Toscani all’Estero, è stato questo il punto sul quale si è più dibattuto e sul quale sono intervenuti anche il presidente della Regione Claudio Martini e l’assessore alle riforme istituzionali Agostino Fragai.

L’appuntamento elettorale del prossimo aprile sarà un’occasione importante per i quasi 100 mila toscani che ad oggi vivono fuori dall’Italia per partecipare attivamente alla vita politica del paese del quale sono cittadini a pieno titolo. "La legge per il diritto di voto all’estero – ha detto Martini – è stata una grande conquista, ma adesso è necessario che questo diritto possa essere realmente esercitato, con regolarità e in piena trasparenza. In questo senso al Consiglio chiedo un contributo particolare: preparare un documento che faccia il punto su tutti i problemi ancora aperti, sulla base del quale informerò non solo la Giunta e il Consiglio regionale, ma anche e soprattutto il Governo nazionale. Consentire di votare a chi ne ha diritto è un preciso dovere morale e istituzionale." "Il diritto di voto agli emigrati italiani – ha aggiunto l’assessore Fragai – è un risultato storico ma allo stesso tempo occorre riconoscere questo diritto, come previsto dal nuovo Statuto, anche a coloro che sono emigrati qui da noi. Non si deve ripetere l’errore fatto da altri paesi, che non hanno voluto riconoscere questo diritto a persone che negli anni hanno contribuito alla loro crescita e ricchezza. I toscani all’estero vanno considerati come ambasciatori della nostra cultura e della nostra storia ma allo stesso tempo è importante anche valorizzare l’esperienza e le conoscenze acquisite da queste persone in altri paesi per dare un contributo alla crescita della nostra regione". Il tema del diritto di voto per gli italiani all’estero avuto largo spazio nel dibattito che ha impegnato il Consiglio nel corso della mattinata. Negli interventi, tra gli altri, di Alberto Spadoni, presidente dell’Associazione Toscani nel mondo di Buenos Aires, Sauro Antonelli, coordinatore uscente dell’Australia, e Claudio Pieroni, presidente dell’Associazione Lucchesi nel mondo di San Paolo, si è sottolineata la necessità di mettere tutti i toscani residenti all’estero in condizione di votare alle prossime elezioni politiche. La mattinata si è conclusa con l’approvazione, all’unanimità, del Piano di indirizzo 2006-2010 e del Programma finanziario 2006 per le attività destinate ai toscani all’estero, i cui contenuti erano stati illustrati dal vicepresidente vicario uscente del Cte, Lorenzo Murgia. Sono poco meno di 740mila euro le risorse previste: per oltre la metà serviranno a finanziare iniziative per i giovani, dai corsi di lingua e cultura alle borse di formazione professionale ai master post-universitari. Le altre voci riguardano gli interventi di carattere sociale per i più disagiati e gli anziani, i contributi per le attivittà culturali e di documentazione e il sostegno all’attività di Associazioni e Coordinamenti. "Questo incontro di oggi e i contenuti del Piano approvato – ha detto Martini nell’intervento conclusivo – hanno riconfermato pienamente il valore di una scelta politica: quella di mantenere saldo il rapporto con questo pezzo della comunità toscana. E’ per la Toscana una scelta di civiltà e di solidarietà, ma è anche un investimento per la sua crescita e il suo futuro: tenere vivo, questo legame dà forza all’immagine e alla cultura della nostra regione nel mondo ma aiuta anche a creare una rete che può aiutare le nostre relazioni, culturali e commerciali, con i paesi di residenza. Una scelta che anche oggi confermiamo mettendo proprio i giovani al centro delle attività del Consiglio". Ultimi adempimenti previsti per il nuovo Cte, l’elezione dell’Ufficio di presidenza e dei due vicepresidenti.

 

Hits: 2

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.