623 Il progetto della FILEF Sardegna “Mithnet Sardinia”, miglior progetto europeo del programma Gioventù

20051214 18:26:00 rod

Il progetto della FILEF Sardegna "Mithnet Sardinia", finanziato dalla Commissione Europea, si è guadagnato il premio come migliore progetto a livello europeo nel quadro del programma “Gioventù” (Servizio Volontario Europeo in Europa). La FILEF Sardegna ha preso parte alla Conferenza “Youth takes the floor” svoltasi a Bruxelles dal 3 al 7 dicembre 2005, nell’ambito della quale si è tenuta la cerimonia del European Youth Awards 2005.

Su circa 12000 progetti finanziati ogni anno il progetto della FILEF, che viene realizzato con successo dal 1998, è stato scelto dalla giuria giovanile internazionale come il progetto più adatto a raggiungere gli obiettivi di educazione non formale, di interculturalità e di promozione tra i giovani dell’ideale Europeo. La premiazione ha avuto luogo a Bruxelles durante l’incontro con 200 giovani da tutta Europa per la fase centrale dell’European Youth Week 2005 a cui la FILEF ha partecipato con Jan Lai, Cristina Oggiano, Paolo Pilleri, e Gema Castellanos, ex volontaria impegnata in una delle ultime edizioni di Mythnet.

di Jan Lai

L’obiettivo principale del progetto è stato quello di offrire ai partecipanti, (giovani volontari europei e comunità ospitanti) la possibilità di un incontro inter-culturale di grande intensità.
Il progetto è stato caratterizzato dal coinvolgimento di numerosi piccoli centri della Sardegna, interessanti per la sopravivenza di forme culturali (musica, poesia, tradizione orale) da tutelare poichè minacciate dall’emigrazione intraregionale che spopola i paesi più piccoli. Questi paesi soffrono anche di un isolamento che li esclude dalla partecipazione attiva alla sfera sociale regionale ed europea. E’ in questo borghi che le diverse decine di volontari hanno svolto la loro animazione culturale e partecipato alla ricerca sulle tradizioni culturali locali (miti, leggende, canzoni, poesie, favole).
La partecipazione attiva dei giovani locali ha favorito la conservazione e la trasmissione di queste tradizioni che successivamente sono state raccolte e distribuite in più CD-ROM realizzati dagli stessi volontari europei. Il coinvolgimento dei giovani del luogo ha attenuato nei sette anni di realizzazione del progetto l’isolamento in cui questi paesi vivono, arricchendo i volontari e permettendo loro di allargare orizzonti e vissuto personale attraverso una immersione totale in un altro paese e in una altra cultura.
Il progetto è stato una sorta di work in progress, una ricerca “itinerante” che ha consentito di creare una importante banca dati delle tradizioni orali della Sardegna.
Gli incontri mensili tra tutti i gruppi di giovani, realizzati a Cagliari e coordinati dalla FILEF locale, sono stati finalizzati ad una formazione specifica (italiano avanzato, metodologia della ricerca sociale, informatica di base e applicata alla multimedialità).
Nelle ultime sei settimane di ogni azione annuale i volontari hanno realizzato i prodotti multimediali illustrativi del lavoro svolto e delle tradizioni raccolte.
Il progetto 97-IT-1936 è stato scelto tra le buone prassi monitorate durante la valutazione dell’Azione Pilota dello SVE ed è stato citato come esempio di progetto di accoglienza. È stato scelto dall’Associazione Photographes sans Frontieres per rappresentare l’Italia nel loro progetto di monitoraggio fotografico del volontariato internazionale giovanile.
Attraverso il progetto Mithnet, la FILEF ha inteso potenziare gli obiettivi di salvaguardia e promozione della cultura Sarda e della sua apertura ad altre culture, anche attraverso il coinvolgimento delle organizzazioni dei migranti italiani in Europa.

 

Hits: 2

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.