8421 FORMAZIONE E SPORTELLI DI ASSISTENZA FAMILIARE IN ROMA

20101216 17:30:00 redazione-IT

[b]"DAL LAVORO PER PROGETTI AD UN SISTEMA PERMANENTE A RETE" – L’IMPEGNO DELL’ISTITUTO FERNANDO SANTI[/b]

L’Istituto Fernando Santi con il mese di dicembre ha terminato la sua attività formativa degli assistenti familiari per il 2011.
Da oltre sette anni, quasi un record, ininterrottamente l’Istituto ha provveduto a qualificare per conto del Comune di Roma, ad oggi quasi 2500 donne, prevalentemente immigrate, per lo svolgimento del lavoro di cura di persone anziane in ambiente domiciliare.

Partendo dalla realizzazione del primo corso sperimentale ad oggi ("Progetto Insieme si può") il modello di formazione, che coincide con quello previsto dalla Delibera di Giunta della R. Lazio che ha definito nel 2007 il profilo d’ingresso dell’assistente familiare, ha confermato tutta la sua validità.

Il tirocinio pratico svolto presso l’Azienda Ospedaliera S. Camillo Forlanini ha rappresentato in specie un punto di forza particolarmente apprezzato dai corsisti.
L’attività formativa dal 2010 si integra nel sistema a rete di "sportelli intermunicipali di assistenza familiare" voluta dal Dipartimento V° del Comune con il fine di favorire l’incontro fra famiglie e assistenti familiari . Questa rete sta operando in contatto interattivo con tutte le istituzioni interessate del territorio cittadino e con la rete informale del no profit.

Tenuta insieme da diversi soggetti attivi nella formazione e sul territorio, la rete degli sportelli nella sua impostazione e nella sua operatività ha anticipato le linee di rinnovamento del Piano Regolatore Sociale del Comune (PRS) di Roma oggetto di un dibattito a più voci oggi in corso.

Passare,come anticipato con il progetto "Insieme si può, dai singoli progetti ai sistemi a rete è una delle importanti indicazioni del PRS, che prevede per i cittadini in modo programmato e strutturato, in continuità, servizi ed interventi peraltro richiesti da un crescente numero di famiglie con persone anziane non autosufficienti.
La continuità delle soprarichiamate attività dipende da decisioni che andavano e vanno assunte anche in sede regionale.

Da una fattiva sussidiarietà istituzionale fra Regione Lazio e Comune di Roma ci si attende che vengano mantenuti anche per il 2011 servizi ed interventi che, grazie alla piena collaborazione di tutti i soggetti interessati sono stati garantiti per tutto il 2010.

http://www.istitutosanti.org/cm_page.asp?vCodice=20030032&vLink=

 

Hits: 1

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.