8405 “Sfide per la mobilità dei lavoratori nell’area di frontiera tra Italia, Austria, Slovenia e Croazia

20101207 13:59:00 redazione-IT

[b]Quali prospettive per il dialogo sociale a livello europeo e nazionale?”[/b](Seminario organizzato nell’ambito del progetto della CES “Twinning seminars on the reinforcement of bipartite social dialogue”)

Trieste, Venerdì 10 dicembre 2010
Hotel Vis a Vis (Piazza dello Squero Vecchio, 1 – Trieste)

Programma provvisorio

Sessione del mattino (prima parte) 9.30 – 11.00

Saluto di benvenuto – Luca Visentini (Segretario Generale UIL del Friuli Venezia Giulia e Presidente del C.S.IR. Friuli Venezia Giulia/Veneto/Croazia Sudoccidentale)
Introduzione: “Programma di lavoro dei Partner Sociali europei 2009-2010” presentazione del documento – Paco Soriano (Consigliere CES)

Gli ostacoli alla mobilità dei lavoratori frontalieri in Friuli Venezia Giulia: le esperienze dei CSIR – Michele Berti (Responsabile del Dipartimento Internazionale UIL del Friuli Venezia Giulia)
Le esperienze degli imprenditori del Friuli Venezia Giulia (o altro titolo da individuare) – intervento di Confindustria del Friuli Venezia Giulia e di altre associazioni

Pausa caffé 11.00 – 11.15

Sessione del mattino (seconda parte) 11.15 – 12.45

Intervento dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS) – Dott. Michelino De Carlo (Responsabile per gli ammortizzatori sociali della Direzione Regionale INPS Friuli Venezia Giulia)
Intervento dell’Agenzia delle Entrate – a cura della Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia
Intervento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Angela Brandi (Assessore regionale al lavoro, formazione, commercio e pari opportunità)

Dibattito

Pranzo 13.00-14.00
Sessione del pomeriggio (prima parte) 14.00 – 15.30

Il Partenariato EURES-t-Euradria, uno strumento per migliorare la mobilità dei lavoratori transfrontalieri e facilitare il dialogo sociale – Roberto Treu (Coordinatore del Dipartimento Internazionale CGIL e Presidente del CSIR Nord Est Friuli Venezia Giulia/Slovenia)
La crisi globale e I suoi effetti sulle condizioni dei lavoratori nelle aree di confine – Dušan Semolič (Presidente ZSSS)
Ruolo dei lavoratori frontalieri croati nel mercato del lavoro del Friuli Venezia Giulia – Jadranka Tomašić (Presidente SSSH Croazia Sudoccidentale)

Pausa caffé 15.30 – 15.45

Sessione del pomeriggio (seconda parte)15.45 – 17.30

Il Friuli Venezia Giulia e le aree di confine: una storica carenza di servizi e infrastrutture per il trasporto pubblico – Giovanni Fania (Segretario Generale CISL del Friuli Venezia Giulia e Vice-Presidente del CSIR Friuli Venezia Giulia/Carinzia)
I compiti di un consigliere sindacale in un’area di confine – Euro Brozič (Segretario esecutivo KS’ 90)
I lavoratori stagionali austriaci nel mercato del lavoro del Friuli Venezia Giulia (o altro titolo da individuare) – intervento di un rappresentante ÖGB Carinzia

Dibattito

Conclusioni: quali prospettive per il dialogo sociale a livello nazionale ed europeo? – Luca Visentini (Segretario Generale UIL del Friuli Venezia Giulia e Presidente del CSIR Friuli Venezia Giulia/Veneto/Croazia Sudoccidentale)

Durante i lavori del seminario, sarà garantita l’interpretazione nelle seguenti lingue: italiano, sloveno, croato, tedesco e spagnolo.

Per qualsiasi necessità, contattare:
• Michele Berti (UIL Friuli Venezia Giulia)
indirizzo e-mail internazionale@uilfvg.it
• Gilda Kramarsic (UIL Friuli Venezia Giulia)
indirizzo e-mail gilda.kramarsic@virgilio.it

 

Hits: 3

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.