25 Aprile in Svizzera: ricordare la Resistenza per affrontare il presente e costruire il futuro!

Comunicato del Comitato del 25 Aprile: ricordare la Resistenza per affrontare il presente e costruire il futuro!

Il 25 aprile 2020 è una data particolare, per due ragioni. Da un lato, perché sono passati
75 anni da quel 25 aprile 1945 che ha segnato la Liberazione dal nazifascismo. Dall’altro, perché quest’anno il 25 aprile cade in un contesto di particolare situazione per il mondo intero.

La prima reazione di noi tutte e tutti probabilmente è quella di mettere in secondo piano il ricordo e le celebrazioni di quel 25 aprile 1945. Si tende a vedere quella data come molto lontana e ciò non solo per gli anni che sono passati.

Noi siamo invece convinti che proprio oggi, di fronte alla sfida con cui siamo confrontati, sia importante ricordare quel movimento che ha portato al 25 aprile 1945, la Resistenza.

Resistere allora significava agire in modo collettivo e non individuale, agire in modo solidale, agire con rispetto ma senza paura, fino alla liberazione.
Resistere oggi significa mettere di nuovo in primo piano la solidarietà, l’interesse collettivo e il coraggio di noi tutte e tutti, anche questa volta fino alla liberazione.

Ricordare la Resistenza e i suoi principi significa quindi ricordare quei punti fermi che oggi possono costituire un faro per affrontare la sfida attuale con cui siamo confrontati, in analogia con quanto ha sottolineato il Presidente Sergio Mattarella in occasione del giorno del ricordo dell’eccidio delle Fosse Ardeatine: «Per rinascere ci è richiesta la stessa unità del dopoguerra».
Questa unità – ispirata ai valori che la Resistenza ci ha trasmesso – può unirci oggi in un forte patto intergenerazionale, trasversale all’intera società e permetterci di non lasciare indietro nessuno nell’attuale crisi, specie i più deboli, indifesi e vulnerabili che in questa emergenza sanitaria sono ancora una volta i più colpiti, ma anche tutte quelle e tutti quelli che ne subiscono direttamente le conseguenze economiche.

Per questo, il «Comitato 25 Aprile» di Zurigo ha deciso di ricordare – anche se in forma diversa dal solito – con questo messaggio il 75° anniversario della Liberazione dal nazifascismo e sottolinearne l’attualità. Ricordare quella data storica contribuisce a non dimenticare, ma a rafforzare invece gli ideali di allora di cui la nostra società ha sempre più bisogno e che talvolta rischiamo di dimenticare.

Per la celebrazione ufficiale che ci permetterà di ricordare e riflettere sull‘importanza del
25 aprile 1945 per il nostro presente e futuro ci troveremo tutte e tutti non appena avremo vinto insieme il nemico che combattiamo oggi in modo solidale e con lo spirito che ha portato l’Italia alla Liberazione 75 anni fa.

Salvatore Di Concilio
Presidente del Comitato 25 aprile

Il Comitato 25 aprile finanzia le sue attività esclusivamente con le quote dei soci e i contributi di sostenitori – IBAN: CH34 0900 0000 8706 4340 4 – le donazioni effettuate fino alla fine di giugno verranno devolute a organizzazioni che si adoperano nella lotta contro il coronavirus e le sue conseguenze.

 

 


 

Raccolta fondi e appello per il 25 aprile

Una raccolta di fondi a favore della Caritas Italiana e della Croce Rossa Italiana e una grande piazza virtuale per celebrare tutti insieme il Giorno della Liberazione. Sono questi gli obiettivi dell’iniziativa «25 aprile 2020 #iorestolibero». Riportiamo di seguito il messaggio inviato dai promotori:

«È il Natale della nostra democrazia, in cui ci si ritrova per festeggiare la liberazione dal nazifascismo e riflettere sui valori della Carta Costituzionale.
Quest’anno, nel settantacinquesimo anniversario della Liberazione, abbiamo bisogno più che mai di celebrare la nostra libertà, di tornare a guardare al futuro con speranza e coraggio.

Sappiamo che, una volta passata questa tempesta, saremo chiamati a ricostruire un mondo più giusto, più equo, più sostenibile.
Per questo lanciamo una grande convocazione a cittadine e cittadini per ritrovarci insieme a festeggiare il 25 aprile in una grande piazza virtuale.

Occorre porre fine a tutte le guerre fratricide per unirci tutti nell’unica lotta contro i tre nemici comuni: il virus, il riscaldamento del pianeta e le disuguaglianze socio-economiche.
Stringiamoci intorno alle nostre comunità locali per ridare forza alla comunità nazionale e a quella planetaria».

L’appuntamento con la diretta è alle ore 11 del 25 aprile sul sito www.25aprile2020.it. Dallo stesso sito è possibile fare una donazione e firmare l’appello.

Hits: 180

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.