1812 SVIZZERA: L'U.N.I.A. CONTRO LE NUOVE LEGGI SUGLI STRANIERI E SULL’ASILO

20060723 13:20:00 webmaster

PROSEGUE IN SVIZZERA LA MOBILITAZIONE DELL’UNIA CONTRO LE NUOVE LEGGI SUGLI STRANIERI E SULL’ASILO

Andate a votare e votate "no". Questo l’appello che ormai da mesi il sindacato Unia lancia a tutti i cittadini di origine straniera con diritto di voto in Svizzera che il prossimo 24 settembre saranno chiamati alle urne per votare su due nuove leggi, una sugli stranieri e l’altra sull’asilo. Leggi che l’Unia definisce "discriminatorie" e che "toccano direttamente i diritti degli stranieri in Svizzera".

"La nuova legge sugli stranieri – sottolineano dal sindacato – produrrebbe in Svizzera cittadini di serie A e di serie B, spingerebbe sempre più gente nell’illegalità e strapperebbe i genitori dai propri figli" e gli stranieri "conoscono cosa vuol dire "emarginazione" e "arbitrio delle autorità"".
Per mobilitare in maniera mirata i migranti, l’Unia ha preparato delle cartoline "andiamo a votare" perché, spiega Vania Alleva, responsabile del settore migrazione di Unia, "il loro voto solidale può essere determinante per respingere queste leggi disumane".
Le cartoline in italiano, francese, spagnolo, portoghese, albanese, serbo-croato e turco si possono trovare al segretariato Unia più vicino o possono essere ordinate gratuitamente presso migrazione@unia.ch
Per propagandare il "no" l’Unia insieme a diverse organizzazioni della migrazione ha organizzato un treno della solidarietà, o meglio, una marcia della solidarietà. La marcia partirà da San Gallo il 1° settembre per arrivare Berna il 9 settembre per lanciare questo messaggio: "abbiamo contribuito a costruire la Svizzera, adesso diamo il nostro contributo a costruire una Svizzera solidale". Ci saranno varie tappe in luoghi simbolicamente importanti per la migrazione dove tra l’altro si consegnerà una lettera a rappresentanti delle autorità locali con esplicita domanda di impegno contro le due leggi.
Ogni cittadino straniero in Svizzera, insomma, ha interesse a votare e a promuovere il voto presso amici e familiari. Si potrà votare anche per corrispondenza, ricordano dal sindacato: in tal caso la scheda di voto deve essere rispedita per posta prima del 19 settembre e debitamente firmata pena la validità del voto.
Chi non vota per corrispondenza, invece, il giorno della votazione può recarsi nella sede elettorale del comune per deporre nelle urne la scheda di voto.
"Sulla scheda di voto – spiegano infine dall’Unia – bisogna rispondere alle seguenti domande, scrivendo a mano, 2 volte "no": "Volete accettare la legge federale del 16.12.2005 sugli stranieri (LStr)?": NO. "Volete accettare la modifica del 16.12.2005 della legge sull’asilo (LAsi)?" NO. Ogni voto conta!".

 

 

1812-svizzera-lu-n-i-a-contro-le-nuove-leggi-sugli-stranieri-e-sullasilo

2594

2006-2

Views: 7

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.