2122 Lotta all'immigrazione, è scontro nord-sud tra gli Stati Ue

20060922 17:05:00 webmaster

di Ingrid Melander

TAMPERE, Finlandia (Reuters) – Gli Stati del nord e del sud dell’Unione europea si sono scontrati oggi (ieri 21 settembre-ndr) sui metodi per frenare l’ondata di immigrazione clandestina proveniente dall’Africa, con la Spagna che è stata accusata di esacerbare la situazione.

Più di 24.000 africani sono approdati quest’anno sulle coste delle isole delle Canarie, un numero circa cinque volte superiore a quello del 2005. E altre migliaia hanno cercato di entrare in Italia o a Malta.

I funzionari dell’Ue hanno ripetutamente chiesto collaborazione agli Stati membri, ma l’incontro fra i ministri degli Interni dei 25 Paesi si è concluso nel disaccordo generale.

"Legalizzare i clandestini come ha fatto la Spagna non è una soluzione… fornisce solo un una specie di motivo trainante agli africani, come sfortunatamente abbiamo visto negli ultimi mesi", ha dichiarato il ministro della Giustizia austriaco Karin Gastinger ai giornalisti. La Spagna ha concesso una sanatoria a 600.000 clandestini nel 2005.

Il ministro olandese per l’Immigrazione Rita Verdonk ha fatto notare che una simile mossa ha solo incoraggiato i trafficanti di esseri umani. Ma il ministro della Giustizia spagnola, Juan Fernando Lopez Aguilar, ha sostenuto che i clandestini arrivano in Europa perché sono poveri e affamati, e non perché l’Ue cambia le sue regole sull’immigrazione.

La Spagna, l’Italia e Malta hanno chiesto aiuto agli altri membri, sottolineando che molti immigrati sbarcano nei loro Paesi solo per transitare verso le nazioni più a nord. Gli Stati settentrionali, però, non ne hanno voluto sapere.

"Quelli che vogliono risolvere i problemi devono smettere di chiedere soldi agli altri", ha dichiarato il ministro degli Interni tedesco Wolfgang Schaeuble.

Alle tanto pubblicizzate operazioni congiunte di pattugliamento marittimo, per il momento i partner del nord hanno contribuito solo con due imbarcazioni, un aereo e un pugno di esperti.

La Commissione ha chiesto, invece, che si stabilisca presto una squadra permanente di circa 250/300 guardie di frontiera per coordinare meglio i pattugliamenti.

La Finlandia, che detiene la presidenza di turno dell’Unione, ha proposto che gli Stati membri dividano le spese per ospitare e rimpatriare i clandestini che arrivano nell’Ue.

Ma il ministro degli Interni italiano Giuliano Amato ha precisato che i paesi che si rifiutano di rimpatriare gli immigrati illegali non dovrebbero godere della libertà di movimento in Europa per i propri cittadini né ricevere alcun aiuto dall’Ue.

"Altrimenti una delle grandi piaghe d’Europa …diventerà l’arrivo di migliaia di immigrati che non saremo in grado di espellere", ha avvertito Amato.

http://today.reuters.it/

 

 

2122-lotta-allimmigrazione-e-scontro-nord-sud-tra-gli-stati-ue

2903

2006-1

Visits: 1

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.