2115 MISSIONE IN CINA: Successo del “Sistema Italia” in Cina

20060922 15:52:00 webmaster

Create le basi per una più forte collaborazione in campo economico, culturale, sanitario e ambientale. Firmati a Pechino 15 accordi. Soddisfazione anche da parte delle aziende partecipanti: "Finalmente una missione dove l’Italia ha saputo recitare il suo ruolo"

Si è conclusa a Pechino la visita del presidente del Consiglio Romano Prodi in Cina, dopo sei giorni di viaggio nelle città di Nanchino, Canton, Shanghai e Tianjin. Il Presidente, insieme alla delegazione composta dai ministri Bindi, Bonino, Di Pietro e Mussi, il viceministro D’Antoni e i sottosegretari Agostini, Levi e Vernetti, è stato ricevuto nel Palazzo dell’Assemblea del popolo prima dal premier cinese Wen Jiabao e successivamente dal Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Hu Jintao.

La giornata si era aperta con la suggestiva cerimonia di benvenuto in Piazza Tien An Men, con il primo ministro Wen Jiabao ad attendere il corteo presidenziale davanti al Parlamento. Dopo aver passato in rassegna il picchetto d’onore ed aver ascoltato gli inni nazionali, i due leaders si sono incontrati per oltre un’ora, con al centro dei colloqui la definizione di una vera e propria alleanza strategica con la Cina, basata su quattro pilastri fondamentali: economia, cultura, sanità e ambiente – progetti e idee concrete che verranno ulteriormente rafforzate, dopo questa visita e i risultati raggiunti, da specifiche missioni dei ministri interessati.

Al termine del colloquio sono stati firmati, alla presenza dei due Primi Ministri, numerosi accordi istituzionali (un memorandum per lo sviluppo e le riforme, altri tre per crediti di aiuto e lotta alla povertà, lettere di intenti e dichiarazioni per la collaborazione bilaterale in tema di ricerca aero-spaziale, centri per la tutela dei beni culturali e sviluppo rurale, due memorandum sulle scienze mediche e la medicina del lavoro e una dichiarazione congiunta sulla formazione di alto livello) e tre accordi imprenditoriali, tra i quali uno tra le associazioni dei giovani imprenditori dei due Paesi.

Nella conferenza stampa finale, seguita alla visita della delegazione di alcune delle mostre italiane allestite al Namoc ("Figure e immagini del ‘900 italiano. Opere dalle collezioni permanenti del MART", "50+2 Y Italian Design", "Oro d’autore", "Valentino-Abiti Rossi" e la "personale" di Alessandro Kokocinski"), il Presidente Prodi, affiancato dai membri della missione, ha tratteggiato sinteticamente il bilancio della visita come "una vera e propria svolta di ampia portata economica e politica".

Dai singoli ministri sono arrivati i contributi delle esperienze personali e dei risultati raggiunti. "Ho avuto modo di verificare – ha esordito il Ministro dell’Università e della Ricerca Fabio Mussi – con soddisfazione che ci sono spazi per un grande sviluppo dei rapporti su Università e Ricerca tra Italia e Cina. Ho visitato tre grandi università e le Accademie delle Scienze incontrando due volte il mio collega cinese. L’inaugurazione del campus universitario di Tongji è stato un segnale, come gli accordi oggi firmati a Pechino, ma resta il problema dell’accesso degli studenti cinesi in Italia".

"Sono felice di annunciare – ha detto il Ministro per la Famiglia, Rosy Bindi – la conclusione dell’accordo per le adozioni internazionali dei bimbi cinesi da parte delle coppie italiane. La Cina aveva un accordo con 16 Paesi, quasi tutti europei, ma non con l’Italia. L’incontro di oggi con il Ministro degli affari civili apre la strada ad una soluzione operativa già fin dai prossimi mesi. Credo che questo risultato non sarebbe stato raggiunto se non fosse stato inserito nell’importanza di questa missione".

Il Ministro del Commercio Internazionale Emma Bonino, ricordando il successo della Fiera di Canton, ha sottolineato che "ci sono stati oltre 5.000 incontri e contatti concreti, per i quali voglio in particolare ringraziare l’ICE. I dati stessi dimostrano un aumento del volume di interscambio tra i due Paesi. Uno strumento importante è il gruppo di lavoro bilaterale che presiederò per ampliare ancora di più questa collaborazione".

A chiudere il resoconto della missione da parte dei ministri, il titolare del dicastero delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro: "Ho incontrato i miei colleghi dei trasporti e delle comunicazioni, agevolando contatti tra le aziende e le realtà locali anche con la firma di protocolli d’intesa per la realizzazione di infrastrutture. E il ministero realizzerà anche uno sportello per le imprese italiane. Abbiamo infine svolto – in vista della visita del ministro Bianchi – molti incontri che hanno riguardato il sistema portuale, uno dei temi più cari al governo italiano".

"Ieri sera al ricevimento in ambasciata – ha concluso Prodi – sono stato avvicinato da numerosi imprenditori che mi hanno detto: finalmente una missione dove l’Italia ha saputo recitare il suo ruolo. E’ stato per me il complimento migliore".

www.italplanet.it

 

 

2115-missione-in-cina-successo-del-sistema-italia-in-cina

2896

2006-1

Visits: 1

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.