2148 IMMIGRAZIONE:Cous cous Fest, vince Mama Africa: ''Il cibo è amore e integrazione''

20060925 11:37:00 webmaster

A Palermo nell’Osteria di Abibata Konaté, ivoriana, piatti caldi anche per chi non può permetterselo. L’amore per la cucina diventa un ponte di pace tra i popoli

SAN VITO LO CAPO (TP) (Redattoresociale/Eminoitizie) –

Abibata Konaté, ivoriana, lavora a Palermo dal 2000 in una piccola osteria in piazza Santa Chiara, all’Albergheria, un quartiere popolare della città e culla dell’immigrazione, dove tutti la conoscono come Mama Africa. Il suo cous cous preparato con l’attieké, la tipica semola di manioca ivoriana, si è aggiudicato la nona edizione del Cous Cous Fest, gara gastronomica internazionale alla quale hanno partecipato otto paesi: Algeria, Costa d’Avorio, Israele, Italia, Marocco, Senegal, Palestina e Tunisia .

Il cous cous di Abitata é stato il più votato dalla giuria di giornalisti, presieduta da Davide Paolini, gastronauta del Sole 24Ore. Ma il valore di questo premio supera i confini gastronomici, Infatti da Mama Africa c’e’ sempre un piatto caldo, anche per chi non può permetterselo, e così il numero dei suoi ”figli” aumenta a dismisura: li chiama ”i ragazzi”, ed é in seguito all’ampliarsi di questi ”figli” che il suo orizzonte culinario incomincia ad aprirsi verso il Senegal, la Tunisia, il Burkina ed altri paesi dell’area francofona.

Chi ha nostalgia di un piatto che mangiava ”al paese”, lo descrive a Mama Africa e lei ne rintraccia ingredienti e ricetta, lo prepara e poi, se piace anche a lei, entra a far parte della sua turnazione settimanale di piatti. ”Il cibo – dice Mama Africa – rappresenta la pace che dovrebbe regnare in tutto il mondo. Cibo é condivisione, amore, integrazione.” A premiare la delegazione ivoriana, rappresentata dall’Ambasciatore Zady Gbaka Richard e dal console onorario, Ferdinando Veneziani, il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino. ”Da San Vito, da questa piazza multiculturale – ha detto Peraino – parte un messaggio di pace, di integrazione e di amicizia tra popoli, lo spirito che da anni anima la manifestazione. Il cibo qui a San Vito unisce, non divide, e diventa ambasciatore nel mondo di concordia e scambio culturale.” A Mama Africa andrà anche il ricavato del piatto in ceramica, premio della gara gastronomica tra giornalisti, Cous Cous Scrivo, messo all’asta durante la cerimonia di premiazione, e acquistato dal sindaco di San Vito per 600 euro. La somma servirà ad Abitata per curare la figlia, in Costa d’Avorio, che ha quasi perso la vista a causa di una malattia.

http://www.sanvitocouscous.com/

 

 

2148-immigrazionecous-cous-fest-vince-mama-africa-il-cibo-e-amore-e-integrazione

2929

2006-1

Visits: 7

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.