2176 Finanziaria. Passoni (Cgil): ''Non sappiamo quali risorse saranno date alle politiche sociali

20060927 22:01:00 webmaster

Finanziaria. Passoni (Cgil): ”Non sappiamo ancora quale spazio e quali risorse saranno date alle politiche sociali”

Tra le priorità per il sindacato il finanziamento del Fondo sociale, lotta alla povertà e gli strumenti legislativi necessari per dotare di risorse il fondo per la non autosufficienza

ROMA – Il segretario confederale della Cgil, Achille Passoni, responsabile per la sua organizzazione dei problemi sociali e del welfare, non offre sconti al governo di Romano Prodi. Durante la presentazione del nuovo Osservatorio sull’applicazione della legge 328 del 2000 (le politiche sociali), il sindacalista della Cgil – che dice di parlare anche a nome delle altre organizzazioni confederali – si è detto stupito del comportamento del governo di centrosinistra.

E’ la prima volta che accade – dice Passoni – che a pochi giorni dalla presentazione ufficiale della legge finanziaria i sindacati sono lasciati completamente all’oscuro dei contenuti concreti della manovra. "Non sappiamo ancora come è fatta – dice Passoni – e in particolare non sappiamo quale spazio e quali risorse saranno date alle politiche sociali”.

La prima richiesta da chiarire riguarda ovviamente il Fondo sociale generale. Ci saranno 800 milioni di euro, come è stato ventilato in questi giorni? Oppure si andrà a un miliardo? Rispetto ai tagli avvenuti, è stata almeno una boccata di ossigeno quella dei 300 milioni erogati a giugno dal governo Prodi. Ma anche se si tornasse alla cifra di un miliardo di euro, non si tratterebbe di un passo avanti, ma di un semplice attestarsi sui livelli raggiunti nel 2004. L’altro punto che sta molto a cuore ai sindacati riguarda le risorse che verranno destinate alla lotta alla povertà. Invece di rivitalizzare il reddito di cittadinanza o di inserimento, ci si è mossi finora con una misura perfino jettatoria come quella del “reddito di ultima istanza”. Altro tema centrale in questo momento è quello del fondo per la non autosufficienza. Notizia positiva di questi giorni – ricorda Passoni – è quella relativa alla decisione di conferire una delega al governo per stabilire gli strumenti legislativi necessari ad avviare i finanziamenti del fondo. Si tratta anche qui di capire se la delega affiancherà la finanziaria e se nella finanziaria verranno già messe delle “poste”, ovvero dei primi impegni di spesa. (Paolo Andruccioli)

 

 

2176-finanziaria-passoni-cgil-non-sappiamo-quali-risorse-saranno-date-alle-politiche-sociali

2957

2006-1

Visits: 1

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.