2271 IMMIGRAZIONE: Gli studenti stranieri? Più vulnerabili degli italiani

20061010 18:10:00 webmaster

Seguono percorsi più brevi e meno esigenti, vengono bocciati di più, molti abbandonano dopo il primo anno delle superiori, 1 su 10 è in ritardo fin dalla scuola primaria. Gli alunni stranieri milanesi secondo il progetto ”Non uno di meno”

MILANO – Seguono percorsi di studio professionali e tecnici, vengono bocciati di più, molti abbandonano dopo il primo anno delle superiori, uno su dieci è in ritardo scolastico fin nella prima classe della scuola primaria. Sono più vulnerabili degli italiani, gli stranieri che frequentano le scuole milanesi, secondo i dati del progetto “Non uno di meno”, promosso dalla Provincia di Milano per facilitare l’integrazione. Un’iniziativa che si propone di ridurre gli insuccessi scolastici delle ragazze e dei ragazzi stranieri che frequentano la scuola secondaria di secondo grado. La causa della difficile integrazione e degli scarsi risultati degli immigrati é da individuare nel fatto che sono pochi gli stranieri nati in Italia che hanno seguito un percorso di studi “alla pari”. La maggior parte degli immigrati, infatti, è vissuta nel Paese di origine ed è arrivata in Italia ad un certo periodo della sua vita: per ricongiungersi con i genitori, per motivi economici, per lavoro, in cerca di asilo e in fuga dalla guerra. Sono stati chiamati la “generazione 1,5”, per indicare la loro condizione di vita sospesa tra riferimenti diversi, a metà strada tra il contesto di origine e il luogo di accoglienza.

Nella provincia di Milano sono 14.872 (9,9%) i bambini immigrati che frequentano la scuola primaria, 8.657 (9,7%) quelli che seguono le lezioni della secondaria di primo grado e 8.014 (6,6%) gli studenti stranieri che vanno alle secondarie superiori. Gli stranieri che, in Italia, seguono percorsi di studio “tecnici” e “professionali” sono, rispettivamente, il 37,9% e il 40,6% . Rispetto agli studenti italiani, vengono bocciati il 2,18% in più nella scuola primaria e il 5,55% in più in quella secondaria di primo grado. Il tasso di bocciati stranieri più alto si ha nella secondaria di secondo grado, con il 17,90. La percentuale di bocciati della provincia di Milano è di 5 punti più alta rispetto a quella italiana. Nel nostro Paese, un immigrato su dieci è in ritardo fin dalla prima classe delle scuola primaria, ma il divario cresce con il progredire del livello di scolarità. Nella prima classe della scuola secondaria di primo grado il ritardo è del 47,1% (quasi un alunno su due), mentre nella prima della secondaria di secondo grado è del 75%. I tassi di insuccesso maggiori si verificano tra i ragazzi e le ragazze si iscrivono nelle scuole italiane in età preadolescenziale o adolescenziale, ad anno già iniziato e da chi proviene da Paesi asiatici e africani. Inoltre,

sono i maschi ad avere più difficoltà rispetto alle coetanee donne.

Per facilitare l’integrazione, il progetto “Non uno di meno” ha cercato di realizzare, nell’anno scolastico 2005/ 2006, sette diversi tipi diversi di intervento che vanno dall’introduzione di moduli sperimentali e innovativi di insegnamento dell’italiano come seconda lingua agli stranieri appena arrivati, alla promozione di incontri di informazione rivolti agli insegnanti sul tema dell’inserimento degli immigrati, alla creazione di un sito o una pagina web con le informazioni sulle scuole secondarie superiori. Nell’anno scolastico 2005/2006 sono stati attivati 22 laboratori sperimentali per l’apprendimento della lingua italiana, frequentati in totale da 203 stranieri (111 maschi e 92 femmine), la maggior parte dei quali (66%) aveva tra i 16 e i 18 anni. Gli studenti che hanno aderito al progetto provengono da Cina (11,3%), Ecuador (9,4%), Filippine (10,3%), Marocco (5,4%), Perù (6,9%) e altri stati (54,7%), tra cui Albania, Algeria, Angola, Bengala, Bolivia, Congo, Cuba, Etiopia, Romania, Russia e Ucraina. Per l’anno scolastico 2006/ 2007 saranno realizzati laboratori di italiano in 15 istituti tecnici e professionali nella provincia di Milano. Verranno coinvolti 30 insegnanti e parteciperanno 100 studenti. (sp)

www.redattoresociale.it

 

 

2271-immigrazione-gli-studenti-stranieri-piu-vulnerabili-degli-italiani

3051

2006-1

Views: 4

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.