2261 UNIEDA: La Finanziaria 2007 ignora l’educazione degli adulti

20061009 17:13:00 webmaster

La Finanziaria 2007 ignora l’educazione degli adulti e l’apprendimento per tutto il corso della vita

Roma, 9 ottobre 2006 – La Finanziaria 2007 ignora l’educazione degli adulti ed il lifelong learning nonostante le politiche dell’Unione Europea le individuino come le strategie vincenti per la massima occupabilità e per l’attuazione delle pari opportunità.

L’Italia si trova agli ultimi posti nell’educazione degli adulti rispetto ai Paesi europei (il 6,2% della popolazione età 25-64 anni, con una media EU 25 del 10,8% nel 2005). La Finanziaria 2007 quando le fa comodo cita la strategia di Lisbona, mentre ignora ed omette il divario esistente tra il nostro Paese e gli altri in materia di apprendimento permanente.

La Legge nazionale sul lifelong learning è un mistero: è stata annunciata dal Ministro Mussi (Università e Ricerca con poche competenze sul lifelong learning) mentre risulta incomprensibile il silenzio del Ministro della Pubblica Istruzione – Giuseppe Fioroni e del Ministro del Lavoro – Cesare Damiano, molto più “competenti” sulla materia. La legge lanciata durante la campagna elettorale da allora è missing!

Fermo restando le prerogative regionali, che servono in molti casi a prosciugare il patrimonio finanziario attribuito dal Fondo Sociale Europeo, il Governo, attraverso la Finanziaria, non mostra alcuna concretezza verso l’apprendimento per tutto il corso della vita.

L’educazione degli adulti è rubricata come al solito a “istruzione degli adulti” e assegnata ai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (nuovo nome dei CTP) con due principali obiettivi, il primo relativo al conseguimento di titoli di studio più elevati e il secondo concernente l’apprendimento della lingua italiana da parte degli immigrati.

L’apprendimento per tutto il corso della vita non esiste né per il MIUR né per il Ministero del Lavoro.

Il Presidente dell’UNIEDA, Francesco Florenzano, ha dichiarato “Ho preso atto con delusione che ancora una volta siamo costretti ad assistere, non solo ad una insensibilità da parte del Governo di turno, ma anche la mancanza di strategia per il futuro e per gli obiettivi di Lisbona 2010. Non c’è nulla in questa Finanziaria verso il Terzo Settore, nulla verso le associazioni come le Università Popolari, che aggregano centinaia di migliaia di persone ed erogano servizi di formazione di elevata qualità”.

L’UNIEDA protesta vivamente verso questo modo di procedere e chiede al Governo di non penalizzare ulteriormente il nostro Paese e di intraprendere, già in sede di Finanziaria, la procedura per dare avvio alla Legge quadro nazionale sul lifelong learning.

Per informazioni:
Ufficio Stampa
Francesca Landi
Tel. 06.69.20.43.25 ●Cell. 335-5478571

 

 

2261-unieda-la-finanziaria-2007-ignora-leducazione-degli-adulti

3041

2006-1

Views: 0

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.