2424 Sono egiziani, cinesi e marocchini i capofila degli oltre 18mila imprenditori extracomunitari

20061112 12:56:00 webmaster

Pur contribuendo con 2,2 miliardi di euro l’anno all’economia della città, inviano più di 1000 euro a testa di rimesse. Presentata l’Associazione per lo sviluppo dell’imprenditoria immigrata a Milano

MILANO – Sono egiziani, cinesi e marocchini i capofila degli oltre 18mila imprenditori extracomunitari presenti a Milano, attivi soprattutto nel commercio, nei servizi alle imprese e nei trasporti. Pur contribuendo con 2,2 miliardi di euro l’anno all’economia della città, gli imprenditori stranieri extraeuropei inviano più di 1000 euro a testa di rimesse verso i Paesi d’origine (vedi scheda; ndr). Oggi la Camera di Commercio ha presentato Asiim-Associazione per lo sviluppo dell’imprenditoria immigrata a Milano, organizzazione di secondo livello nata per incentivare e sostenere l’imprenditorialità immigrata, promossa da istituzioni, università, soggetti pubblici e privati.

“Il senso di Asiim è quello di mettere in rete soggetti pubblici e privati che si relazionano con imprenditori stranieri -spiega il presidente di Asiim, Marco Accornero-. Ci siamo resi conto della necessità di creare dei servizi di creare dei servizi e delle assistenze ad hoc misurati per le esigenze degli imprenditori immigrati, che differiscono da quelle degli imprenditori italiani: l’imprenditore straniero, pur agendo in un contesto di regole e di norme identico a quello degli imprenditori italiani, ha delle difficoltà in più perché viene da una cultura, da una storia e da abitudini diverse da quelle degli italiani e ha un sistema di relazioni sociali diverso perché parenti, familiari, conoscenze e amicizie provengono spesso dal Paese di origine. Da qui nasce l’esigenza di aiutarli attraverso servizi mirati perché è un fenomeno in esplosione e cresce in maniera esponenziale, con tassi del 10% all’anno e che negli ultimi 4-5 anni si è sostanzialmente raddoppiato. Oltretutto prevediamo che crescerà ulteriormente, perché l’Europa si sta allargando ad Est e Paesi come Polonia e Ungheria saranno, tra virgolette, ‘fornitori’ di manodopera e di imprenditori”.

“Gli imprenditori stranieri sono una grande risorsa per la città e l’economia -ha detto Andrea Mascarotti, assessore alle Politiche del Lavoro e dell’Occupazione del Comune-. Milano è una città di imprenditori e per imprenditori non dobbiamo immaginare soltanto quelli che hanno aziende di centinaia di dipendenti, ci sono molte microimprese e un gran numero di queste sono di imprenditori extracomunitari. Il Comune sta in questo momento avviando anche corsi di formazione dedicati a questi imprenditori. Soprattutto partiamo dai corsi di italiano perché in questi casi non basta l’italiano per stranieri ma occorre anche un italiano più tecnico, che consenta a questi piccoli imprenditori stranieri di capire il linguaggio più burocratico per affrontare le problematiche di tutti i giorni”.

“Asiim prevede uno sportello di assistenza per dare informazioni, corsi di varie tematiche rivolte sostanzialmente alla nostra realtà giuridica ed economica, le consuetudini e le abitudini, compresa la lingua e le normative -prosegue Accornero-. Cercheremo anche, attraverso Banca Popolare di Milano, di creare prodotti ad hoc, in questo caso finanziari, misurati sulle esigenze degli imprenditori stranieri. Uno stimolo importante verrà dalla consulta creata da imprenditori stranieri che dovranno stimolare, dare idee e proposte o comunque manifestare le loro esigenze per poi cercare una risposta attraverso l’associazione. Selezionati attraverso i consolati e nominativi conosciuti, 13 imprenditori di varie etnie e continenti considerati particolarmente rappresentativi”.

Asiim è promosso da Agenzia Regionale per il Lavoro della Regione Lombardia, Assolombarda (tramite Sodalitas), Banca Popolare di Milano, Camera di Commercio di Milano, Comune di Milano, Provincia di Milano, Unione Artigiani della provincia di Milano, Unione del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni della provincia di Milano, Università Bocconi. Info: tel. 02.8515.5384, info@asiim.it. Per informazioni sullo Sportello Punto Imprenditoria Immigrata, aperto in via Camperio 1 da Formaper, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con Unioncamere e Asiim: tel.02.8515.5749, info@imprenditorimmigrati.it, www.imprenditorimmigrati.it.. (ar)

www.redattoresociale.it

 

 

2424-sono-egiziani-cinesi-e-marocchini-i-capofila-degli-oltre-18mila-imprenditori-extracomunitari

3202

2006-1

Visits: 27

AIUTACI AD INFORMARE I CITTADINI EMIGRATI E IMMIGRATI

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.