5727 Usa, sì al nuovo piano anticrisi Il congresso salva Wall Street

20081003 22:44:00 redazione-IT

Bush: «Legge vitale per sopravvivere»

Via libera della Camera dei Rappresentanti statunitense alla «legge di stabilizzazione economica di urgenza 2008», vale a dire il piano anti crisi da 850 miliardi di dollari messo a punto dal segretario al Tesoro, Henry Paulson. Il piano, che dopo il suo passaggio al Senato è oggi in una versione rivista rispetto a quella bocciata lunedì scorso, ha registrato 263 voti favorevoli e 171 contrari.
Il piano salva-finanza, approvato oggi in via definitiva dalla Camera dei rappresentanti Usa, vale 850 miliardi di dollari: ai 700 miliardi per soccorrere il sistema finanziario, infatti, il Senato ne ha aggiunti altri 150 per un pacchetto decennale di sgravi e deduzioni fiscali. (Foto AP)

L’obiettivo della ‘Legge di stabilizzazione d’economia d’urgenza 2008’, così è stato chiamato il piano Paulson rivisto mira a proteggere i risparmi e i beni immobiliari dei contribuenti, mantenere la proprietà, promuovere la crescita economica e massimizzare il ritorno sugli investimenti.

Il presidente degli Stati Uniti George W. Bush, che ha accolto con grande soddisfazione l’approvazione da parte della Camera dei Deputati del piano anti-crisi, ha detto che firmerà «la legge velocemente, appena il Congresso lo invierà» alla Casa Bianca. Bush, in una breve conferenza stampa alla Casa Bianca, ha sottolineato che la manovra «aiuterà gli Stati Uniti a risolvere la crisi finanziaria ed eviterà un ulteriore impatto negativo sulle comunità».

«La Fed continuerà ad utilizzare tutti i poteri a sua disposizione per mitigare il disordine sui mercati del credito e per incoraggiare una forte e vibrante economia». È questo il commento del presidente della Fed Ben Bernanke, dopo il via libera del Congresso al piano di salvataggio Usa. Bernanke definisce la legge un passo fondamentale per la stabilizzazione dei mercati finanziari e per assicurare la fluidità del credito. Inoltre il provvedimento dimostra che il governo Usa «fa quello è necessario» per aiutare l’economia. «La Fed – aggiunge Bernanke – lavorerà in modo ravvicinato col Tesoro man mano che prenderà le iniziative per salvare il sistema finanziario».

Una prima versione del piano era stata bocciata a sorpresa lunedì dalla stessa Camera. Mercoledì sera, ad ampia maggioranza, il Senato aveva dato il via libera ad una nuova versione del piano, al quale erano stati aggiunti sgravi fiscali per un valore di 150 miliardi di dollari, per conquistare l’appoggio dei deputati più riluttanti.

La speaker della Camera dei Rappresentanti americana Nancy Pelosi ha annunciato il via libera dicendo che «è stata approvata una legge cruciale, dovevamo farlo per il futuro del Paese». Secondo la Pelosi la crisi ha sicuramente avuto un impatto anche sulla gente comune, «ma gli occhi erano puntati su Wall Street» ed era necessario agire per risolvere la crisi e allontanare lo spettro della recessione. «Sono stati apportati miglioramenti e modifiche bipartisan (alla prima versione del piano, bocciata lunedì dalla Camera), con responsabilità per fare in modo che una situazione di questo genere non si verifichi ancora», ha detto Pelosi. Saranno tuttavia avviate indagini per accertare come si sia arrivati a un punto in cui «i mercati, lasciati senza supervisione, regolamentazione adeguata e disciplina, hanno creato il caos», ma questo è il momento di «guardare avanti e portare il Paese in una nuova direzione, più vicina alla classe media». Pelosi non ha comunque rinunciato a lanciare un duro monito: «Non c’è molto da festeggiare, in circostanze diverse avremmo potuto mettere a punto un piano migliore», ha detto.

Pochi minuti dopo il via libera della Camera al piano l’euforia a Wall Street si placa e la borsa americana rallenta e lima i guadagni, con il Dj che avanza dell’1,00%, il Nasdaq l’1,76% e lo S&P 500 dell’1,34%.

E anche la Commissione europea ha accolto favorevolmente l’approvazione da parte del congresso. «Accogliamo con favore questo voto e speriamo che questo contribuisca a ristabilire la fiducia nei mercati», ha detto un portavoce della Commissione.

http://www.unita.it

 

 

5727-usa-si-al-nuovo-piano-anticrisi-il-congresso-salva-wall-street

6465

EmiNews 2008

 

Hits: 0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.