11518 Due rumeni e l’ex deputato Massimo Romagnoli arrestati in Montenegro per contrabbando di armi

20141218 14:30:00 redazione-IT

[b]L’arresto operato dalle autorità del Montenegro, sarebbe avvenuto su mandato degli USA[/b]

Podgorica – Due cittadini rumeni ed un ex deputato italiano appartenenti al gruppo addetto alla fornitura di armi per l’organizzazione terroristica “Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia" (FARC), sono stati arrestati in Montenegro all’inizio della settimana – hanno dichiarato fonti giudiziarie per l’agenzia stampa rumena “Mediafax”. ‘I membri della Direzione rumena per le indagini sulla criminalità organizzata e il terrorismo (DIICOT) hanno partecipato all’arresto in collaborazione con la Direzione Generale per la lotta alla criminalità organizzata, la Direzione per le operazioni speciali della Polizia rumena e il Servizio di informazioni, come parte di una grande operazione realizzata insieme alle autorità giudiziarie degli Stati Uniti e del Montenegro, che ha portato all’arresto, sul territorio montenegrino, di cittadini rumeni e stranieri che hanno pianificato la consegna delle armi ad un’organizzazione terroristica”, si apprende dal comunicato della DIICOT.

Le fonti giudiziarie hanno riferito all’Agenzia “Mediafax” i nomi dei cittadini rumeni finiti in manette ovvero: Cristian Vintilă e Flaviu Virgil Georgescu, insieme al politico italiano Massimo Romagnoli, ex membro del Parlamento italiano. Il gruppo sopracitato doveva consegnate le armi alla FARC. Il movimento armato colombiano, già da tempo, ha stretto legami con persone in questa parte d’Europa, dedite al traffico di armi provenienti dalla Romania. Stando infatti al rapporto dell’Istituto delle Nazioni Unite per la ricerca sul disarmo, dell’autunno 2009, una società operante nel settore della difesa della Romania ha concluso dei contratti e ha venduto armamenti ad un noto trafficante nel 2007, che in seguito ha rivenduto le armi ai terroristi colombiani delle FARC. Monzer al Kassar, trafficante attivo in questo mercato illegale a livello internazionale, è stato arrestato nel mese di febbraio 2009 dalle autorità americane. Ricordiamo che FARC, il più grande movimento insurrezionale latinoamericano, è un gruppo di ispirazione marxista al quale hanno aderito diverse migliaia di combattenti. Lo stesso è stato in grado di finanziarsi con il denaro ricavato praticando attività illecite come il traffico di droga, anche se ha ripetutamente respinto le accuse di "narco-terrorismo" mosse dalle autorità di Bogotà.

——————–

Secondo il servizio della TV rumena, "i tre fanno parte di un gruppo che prevede la consegna di armi a un’organizzazione terroristica Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC). I pubblici ministeri DIOCT hanno partecipato in collaborazione con la Direzione Generale per la lotta alla criminalità organizzata e Special Operations della Polizia rumena e il Servizio Romeno, a questa grande operazione, con le autorità giudiziarie negli Stati Uniti e il Montenegro.
Siamo riusciti ad arrestare in Montenegro i membri di un gruppo consistente di cittadini rumeni e stranieri che stavano progettando la consegna delle armi ad una organizzazione terroristica, ha detto in una dichiarazione DIOCT.
Fonti giudiziarie hanno affermato alla AFP che i cittadini rumeni arrestati sono Cristian Vintila e Virgilio Flavius Georgescu e il politico italiano Massimo Romagnoli, ex deputato al Parlamento italiano.
I pubblici ministeri DIOCT con gli ufficiali di polizia giudiziaria della criminalità organizzata continuano diverse ricerche a Bucarest."

Fonti:

http://angelosaracini.blogspot.gr/2014/12/due-rumeni-e-lex-deputato-italiano.html

http://osservatorioitaliano.org/read/131576/montenegro-due-rumeni-e-lrsquoex-deputato-italiano-massimo-romagnoli-arrestati-in-montenegro-per-contrabbando-di-armi

 

Hits: 15

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.