Covid-19: PAKISTAN DONA all’ITALIA 500MILA DOSI di CLOROCHINA

Nuovi aiuti extraeuropei giungono nel nostro paese per tentare di arginare l’emergenza Coronavirus. Dopo il personale sanitario e i dispostivi medici giunti da Cuba, Cina, Russia ed altri paesi, questa volta sarà il Pakistan a fare un’importante donazione all’Italia.
Una donazione di 500.000 pastiglie di Clorochina, farmaco utile per il trattamento del Coronavirus. Sarà effettuato grazie alla collaborazione delle locali Forze Armate, come confermato al nostro Ambasciatore dal generale Bajwa.capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

La decisione è stata formalizzata dopo una visita effettuata dal Ministro degli Affari Esteri pakistano, Shah Mahmood Qureshi, alla nostra Ambasciata a Islamabad. “Il dono pakistano di medicinali per la cura del COVID-19 è ancora più apprezzato dall’Italia”, ha sottolineato il Ministro Di Maio “in un momento in cui anche il Pakistan sta gradualmente conoscendo una seria impennata dei contagi (saliti a circa 900 in pochi giorni, finora con 6 morti).

Di fronte a questa espressione di tangibile forza morale ed etica, contrasta la voce cavernicola ospitata dal quotidiano piemontese La Stampa. Ha dato la stura alla faziosita’ piu’ gretta, all’ingraditudine ed ignobili calcoli “politici”: ha sostenuto l’inutilita’ delle attrezzature, dei farmaci, della logistica e degli specialisti arrivati dalla Russia.

Secondo gli scrivani della gazzetta torinese, data l’inutilita’ pratica  di quei soccorsi, sarebbe stata nient’altro che una imperdonabile mossa propagandistica (ohibo’). Ma allora perche’ non si sono mossi aerei ed autocolonne della NATO che -numerose- sono presenti nel nostro territorio? Nel Friuli, nel Veneto, nel bresciano, a Livorno, a un tiro di sputo dei ptimi focolai del contagio, poi dichiarati “zona rossa”.

Dall’Unione Europea, segnatamente da quell’Olanda -dove sono registrate ai fini fiscali le proprieta’ dei padroni di quel quotidiano- non hanno mosso un dito, e addirittura pretendono di spulciare nelle tasche dei “paesi-contagiati” prima di autorizzare un quattrino. No, chi sta con quella parte e’ antitetico agli interessi delle maggioritarie genti italiane. Oppure, vuol dire che possiedono gia’ -accanto ad altri elettrodomestici- un efficiente apparecchio per la respirazione assistita. Non quelli “obsoleti” dei ruvidi russi, cubani, cinesi e venezuelani.

L’UE sta implodendo, la NATO si sgonfia, il “mercato occidentale” degli ex G7 e’ in via di destrutturazione. Modello neoliberista e “societa’ aperte” sono smentiti dalla cronaca nera ma -come sempre avviene- gli ultimi ad accorgersene sono sempre gli apologeti e i tenutari degli imperi, i suoi beneficiari maggiori o distratti. Anche nella Roma antica continuavano ad osannare alle “invincibili” legioni. Anche di fronte a sconfitte, epidemie e invasioni.

 

FONTE: http://selvasorg.blogspot.com/

Hits: 246

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.