2541 "L'ITALIA MIGRANTE: PASSATO E FUTURO DI UN PAESE CHE CAMBIA"

20061212 11:19:00 webmaster

E’ il tema dell’incontro che si terrà il 14 dicembre al Museo dell’Emigrazione "Pietro Conti"

"L’Italia migrante: passato e futuro di un Paese che cambia". E’ questo il titolo dell’incontro in programma giovedì prossimo, 14 dicembre (ore 15.00) presso la Mediateca del Museo Regionale dell’Emigrazione "Pietro Conti" di Gualdo Tadino, organizzato e promosso dalla CGIL Regionale Umbria e della Camera del Lavoro di Perugia, in collaborazione con il Museo "Pietro Conti".

Attraverso diversi interventi, il pomeriggio di lavoro in programma a Gualdo Tadino cercherà di fare un raffronto tra l’Italia di ieri – paese da cui partirono, soprattutto a partire dalla metà dell’Ottocento e per quasi tutto il secolo successivo, centinaia di migliaia di nostri connazionali alla ricerca di una nuova vita e nuova fortuna nella vicina Europa come nelle più lontane Americhe – e quella di oggi, trasformatosi da Paesi di emigrazione a Paese meta di migranti.

I lavori saranno presieduti da Hedi Khirat, Responsabile della Camera del lavoro di Gualdo Tadino. Dopo i saluti di Angelo Scassellati, Sindaco di Gualdo Tadino e Presidente del Museo dell’Emigrazione, sono previsti gli interventi di Alberto Sorbini, Direttore dell’ISUC (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea), di Patrizia Venturini, Segretaria CGIL Regionale Umbria, di Riccardo Fioriti, Assessore della Provincia di Perugia e Presidente dell’AICCRE, di Mauro Tippolotti, Presidente del Consiglio Regionale Umbria, e di Mario Bravi, Segretario generale della Camera del Lavoro di Perugia.

A seguire (ore 17,30) è previsto lo spettacolo-conferenza "Noi Vivremo del lavoro!", canti e storie di lavoro e di emigrazione, che vedrà la partecipazione di Gualtiero Bertelli e la "Compagnia delle Acque" (Giuseppina Casarin, Rachele Colombo, Paolo Favorido, Sandra Mangini).

Ufficio stampa Museo dell’Emigrazione

 

 

2541-litalia-migrante-passato-e-futuro-di-un-paese-che-cambia

3317

2006-1

Hits: 0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.