3588 BUCCHINO: AI RESIDENTI ALL’ESTERO L’AUMENTO DELLE PENSIONI BASSE, l’INPS INVIA LE LETTERE

20070905 14:07:00 redazione-IT

Sono circa tre milioni i pensionati residenti in Italia e oltre 200.000 i pensionati residenti all’estero che riceveranno insieme alla pensione di ottobre la somma aggiuntiva, una sorta di “quattordicesima”, prevista dalla legge n.127/2007, entrata in vigore il 18 agosto u.s. e recante disposizioni urgenti in materia finanziaria. Stanno infatti partendo in questi giorni le lettere dell’Inps inviate a tutti i pensionati aventi diritto all’aumento, e di cui erano disponibili i dati reddituali, con l’indicazione degli importi spettanti.
Si tratta dell’effetto dell’accordo sul welfare firmato a luglio da Governo e sindacati. Importante è stato il contributo dei parlamentari eletti all’estero affinché gli aumenti fossero estesi anche ai nostri pensionati residenti all’estero.

La somma complessiva destinata ai pensionati è di circa 926 milioni di euro, mentre l’importo medio per pensionato è di 302 euro.
Ricordiamo che i requisiti per ottenere la somma aggiuntiva sono i seguenti:
– età pari o superiore ai 64 anni;
– reddito personale non superiore a 8.504,73 euro annui, e cioè una volta e mezzo il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti (viene preso in considerazione solo il reddito individuale e non quello familiare).

Ai fini del reddito da prendere in considerazione si tiene conto dei redditi di qualsiasi natura, compresi i redditi esenti da imposte e quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o ad imposta sostitutiva, ad eccezione sia dei redditi derivanti dall’assegno per il nucleo familiare ovvero dagli assegni familiari e dall’indennita’ di accompagnamento, sia del reddito della casa di abitazione, dei trattamenti di fine rapporto comunque denominati e delle competenze arretrate sottoposte a tassazione separata.
Inoltre l’Inps invierà circa 30.000 lettere ad altrettanti pensionati residenti all’estero di cui non è in possesso dei dati reddituali aggiornati per verificare lo stato reddituale.
La somma aggiuntiva può variare di importo perché è calcolata in base all’anzianità contributiva del pensionato:
Se pensionato da lavoro dipendente:
-fino a 15 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 262 euro;
-da 15 a 25 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 327 euro;
-se l’anzianità contributiva è superiore a 25 anni la somma complessiva aggiuntiva è pari a 392 euro.
Se pensionato da lavoro autonomo:
-fino a 18 anni di anzianità contributiva la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 262 euro;
-da 18 a 28 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 327 euro;
-se l’anzianità contributiva è superiore a 28 anni la somma complessiva aggiuntiva è pari a 392 euro.

La somma aggiuntiva sarà erogata anche nei prossimi anni in un’unica soluzione.

Va rilevato tuttavia che per i residenti all’estero ai fini del calcolo dell’anzianità contributiva è stato deciso di non computare i contributi versati agli enti previdenziali esteri e usati per la totalizzazione . Si tratta di una limitazione che lascia perplessi e sulla quale chiederemo dei chiarimenti alle autorità competenti. La questione non è secondaria perché più alta è l’anzianità contributiva maggiore è la somma aggiuntiva erogabile.
Se da una parte quindi siamo soddisfatti che, anche grazie alle nostre pressioni, gli aumenti pensionistici siano stati estesi ai residenti all’estero, dall’altra auspichiamo che il Ministero del Lavoro che, entro il 18 settembre, dovrà definire le modalità per versare le somme aggiuntive ai pensionati destinatari degli assegni previdenziali più bassi e l’aumento della pensione per i soggetti «disagiati», vorrà dare una interpretazione della legge più favorevole per i nostri connazionali residenti all’estero, includendo per il calcolo anche i contributi versati all’estero e usati per la totalizzazione.

 

3588-bucchino-ai-residenti-allestero-laumento-delle-pensioni-basse-linps-invia-le-lettere

4345

EmiNews 2007

 

Hits: 1

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.