Emigrazione Notizie
  Notizie     
 

Iscritti
 Utenti: 713
Ultimo iscritto : agustinaventura
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 100
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

italiani all'estero
FILEF
I Film documentari


Radio e TV


Fiei


Premio Conti IX°
Premio Conti 9 Edizione


# - Siti di informazione
Global Research (IT)
SELVAS.ORG (IT)
SBILANCIAMOCI (IT)
SINISTRA in RETE (IT)
Global project (IT)
CARTA MAIOR - Brasile (IT)
SUR Argentino (IT)
Il Fatto Quotidiano (IT)
PRENSA DE FRENTE (IT)
Forum Palestina (IT)
INFO PALESTINA (IT)
LAVOCE.INFO (IT)
RADIO ARTICOLO1 (IT)
F I L E F (IT)
Fondazione L O G O S (IT)
REDATTORE SOCIALE (IT)
GUSH-SHALOM (IT)
F I E I - Notizie (IT)
TELESUR Americalatina (IT)
ARCOIRIS TV (IT)
ARTICOLO 21 (IT)
RADIO POPOLARE (IT)
LA REPUBBLICA (IT)
CORRIERE DELLA SERA (IT)
LA STAMPA (IT)
L'UNITA' (IT)
IL MANIFESTO (IT)
IL MESSAGGERO (IT)
L' AVVENIRE (IT)
L'ESPRESSO (IT)
ANSA (IT)
MEGACHIP (IT)
EMERGENCY (IT)
AMNESTY (IT)
ALL AFRICA (IT)
LIMES (IT)
MANITESE (IT)
NIGRIZIA (IT)
UNIMONDO (IT)
PEACELINK (IT)

Social


Tours e Corsi
FilefTour
corsi di italiano


Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
-- 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 -- -- --

Questa settimana

 
A COME… IL VOCABOLARIO DELLE ELEZIONI BRITISH
- Inserito il 28 aprile 2015 alle 10:12:00 da guglielmoz. IT - POLITICA INTERNAZIONALE

Al voto il 7 maggio, Tory e Labour in affanno, il nuovo fenomeno sono tre donne: due indipendentiste e una “verde.
La Gran Bretagna è in piena campagna elettorale in vista delle elezioni del 7 maggio. Ecco un vocabolario per capire la sfida politica anglosassone


Abbraccio. Al femminile tra le leader dell’opposizione: l’indipendentista scozzese Nicola Sturgeon, l’indipendentista gallese Leanne Wood e la verde Natalie Bennett. In diretta tv, al termine di un dibattito elettorale sulla Bbc. Le tre donne sono il nuovo fenomeno della politica britannica. Piacciono e spiazzano i concorrenti maschi. Hanno commentato: “Smettiamo di imitare gli uomini”.
Bipartitismo. È finito. Nessuno dei due principali partiti vincerà da solo le elezioni e sarà difficile anche formare un governo di coalizione. Sono 7 i partiti che porteranno deputati a Westminster: Tory, Labour, Libdem, Ukip (indipendentisti), Snp (indipendentisti scozzesi), Verdi e Plaid Cymry (indipendentisti gallesi).
Clegg Nick. È il capo dei liberaldemocratici, tradizionalmente il terzo partito in Gb. Sono al governo con i conservatori e potrebbero pagare questa alleanza a caro prezzo. Rischiano l’estinzione: da 57 deputati nel 2010 i sondaggi li danno sotto i 20 seggi.
Dibattiti in tv. Il leader del Tory, David Cameron, non vuole partecipare, quindi per adesso nessun faccia a faccia con il leader del Labour,Ed Miliband.
Euroscetticismo. Il premier uscente David Cameron ha promesso che se vince farà un Referendum entro il 2017 per decidere se uscire dall’Unione Europea.
Immigrazione. È il cavallo di battaglia di Nigel Farage e dell’Ukip e uno dei temi caldi della campagna elettorale. Cameron cerca di parare il colpo a destra, promettendo più controlli alle frontiere e un ‘no’ secco ad accogliere i profughi dei naufragi nel Mediterraneo.
Maggioranza. Servono 326 seggi per poter formare un governo. Attualmente nessuno dei due partiti maggiori avrà la maggioranza assoluta, e al momento è difficile pronosticare alleanze possibili.
NHS. La difesa del servizio sanitario nazionale è il cavallo di battaglia dei laburisti, che paventano una privatizzazione nel caso di una vittoria dei conservatori. Aumento delle tasse sulle case di lusso e fine dei privilegi fiscali per i ricchi che arrivano dall’estero sono le altre misure annunciate da Miliband.
Odio la Thatcher. È quanto ha dichiarato Nicola Sturgeon, 44 anni, leader del SNP, il partito indipendentista scozzese. Si sta rivelando la vera anima di sinistra.
Pronostici. La forbice tra conservatori e laburisti è così piccola che i sondaggisti non si sbilanciano: entrambi oscillano tra il 32 e il 34 per cento. Chi vince, anche solo di un voto, avrà l’incarico di formare il governo.
Royal Baby numero 2. La nascita del secondogenito reale è prevista in questi giorni. I paparazzi piantonano la clinica privata di Paddington. Cameron ha criticato Kate e William perché non usufruiscono di un ospedale pubblico. Ma spera che il lieto evento sia nella settimana del voto: l’euforia sarebbe un aiuto elettorale per il governo.
Scozia. La voglia di rivincita dopo la sconfitta del referendum di settembre fa volare gli indipendentisti: nell’ultimo sondaggio il labour è ridotto a 1 solo parlamentare, contro i 57 del Snp (su un totale di 59 seggi). Scozia è tradizionale serbatoio di voti Labour, nel 2010 aveva 41 parlamentari.
Ukip. Il partito indipendentista di Nigel Farage, con il 13% è il terzo partito in Gb. Ma per i collegi maggioritari uninominali, che premiano i partiti molto localizzati, porterà a Westminster dai 2 ai 4 deputati.
Verdi. Un’altra donna leader, Natalie Bennett, 49 anni. (vedi voce Abbraccio)
Wood Leanne. La leader del Plaid Cymru, nome gallese del Partito indipendentista, 43 anni. (di Caterina Soffici | 28 aprile 2015)

Visualizzazioni : 2705 | Torna indietro

 

GOOGLE Adv


filef.info


e-book
Memories of a person of interest - di Carmen Lavezzari
Le nuove generazioni nei nuovi spazi e tempi delle migrazioni - a cura di Francesco Calvanese
2012, Fuga dall'Italia - Speciale di Cambiailmondo
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
Razzismo Democratico - di Salvatore Palidda
Agenti-4
Cartas
aigues-mortes
narrazioni-migranti
ebook-10_anni_di_migrazioni


 
 © FILEF
Iscriviti Cancellati

Archivio notizie

 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.4
Questa pagina è stata eseguita in 0,078125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile